Anita Garibaldi venerdì 11marzo al Camec, per le Edizioni Giacché

Layout 1LA SPEZIA – Verrà presentato venerdì 11 marzo al Camec alle ore 17 il bel volume di Sergio Del Santo “Garibaldi fu ferito. Una storia di “malasanità” alla fortezza del Varignano”, pubblicato dalle Edizioni Giacché.

Alla manifestazione, che è aperta al pubblico, partecipa Anita Garibaldi, pronipote di Giuseppe Garibaldi, che verrà appositamente per l’occasione nella nostra città e interverrà alla presentazione.

Il libro racconta i fatti successivi al celebre ferimento in Aspromonte, quando Garibaldi venne condotto alla fortezza del Varignano, dove restò per quasi tre mesi con una pallottola nel piede destro, rischiando la perdita di un arto, la cancrena e forse anche la morte.

Una storia di malasanità ante litteram, dunque, in cui si susseguono gli interventi dei medici e le dispute su come e se intervenire sull’illustre paziente, nonostante attorno al capezzale dell’Eroe si muovesse un consesso di medici celebri provenienti dai diversi Paesi europei…

«Ho letto con vero piacere ed interesse questo libro, le cui pagine chiariscono discussioni, incertezze, diverbi dei pareri medici e, cosa non da poco, l’arresto di un personaggio che sconvolse l’opinione pubblica mondiale – scrive Anita Garibaldi nell’introduzione. – L’autore ci porta a rivivere avvenimenti, luoghi, controversie relative al viaggio, ai soggiorni attraverso i quali il mio bisnonno fu trasportato ferito e dolente.

Vicende poco note e rese più vive dalle belle immagini d’epoca pubblicate nel libro, che illustrano gli avvenimenti con l’affetto commovente per il personaggio, espresso dalla mano degli artisti… »

Il libro è riccamente illustrato con molte stampe d’epoca provenienti da archivi pubblici e dalla collezione privata dell’autore, che illustrano la vicenda e sarà disponibile in edicola e in libreria al prezzo di 12,00 euro.

Advertisements
Annunci
Annunci