“Bella e perduta”: l’ultimo film di Pietro Marcello al Cinema Il Nuovo

LA SPEZIA- Bella e Perduta, l’ultimo film di Pietro Marcello al Cinema il Nuovo da Lunedi 29 a mercoledi 2 marzo ( tutti i giorni spettacolo unico ore 20.00), il regista  classe 1976, che ha fatto del cinema di poesia il tratto caratteristico del suo stile, del suo approccio al cinema. Un cinema d’autore così diretto ma accessibile, pur rimanendo profondamente d’autore, è una rarità. I film di Pietro Marcello, sempre brevi, in genere arrivano allo spettatore con la maniera folgorante di un videoclip, ma mantengono una sapienza antica. All’opposto del visivo odierno che tende a rimanere in superficie, in realtà quello di Marcello è un cinema di frammenti, saette che sembrano arrivare da un’era ancestrale, e formalmente eterogeneo.Nel cinema d’autore italiano, spesso omologato e ripiegato su se stesso, in genere tendente più al classicismo, quando va bene, o all’omologazione formattata, oscillando tra sceneggiato tv ed estetica pubblicitaria, quando va male, l’esempio di Marcello va custodito con cura. Con il suo film del 2009 La bocca del lupo, oltre a vincere il festival di Torino, primo italiano in 28 anni, Pietro Marcello incantò la difficile critica francese.Tutto questo è stato possibile perché il film è prodotto dall’Avventurosa, una società indipendente che lo stesso Marcello ha fondato insieme alla montatrice  spezzina Sara Fgaier. Il contributo di Sara Fgaier, montatrice ma anche produttrice del film, è stato fondamentale ha dichiarato Pietro Marcello:”Sara è la persona con cui più mi confronto, anche perché il montaggio è la scrittura finale di un film. Abbiamo avuto molta libertà. Il budget basso, certo, ma la libertà di fare quello che volevamo. Una rarità nel cinema italiano, perché sei soggetto ai produttori, ai mediatori, e tanto altro”.

Advertisements
Annunci
Annunci