“L’Autorità Portuale dimentica nelle sue decisioni di essere nel Comune di La Spezia e nella rada del Golfo dei Poeti”

LA SPEZIA– “L’Autorità Portuale dimentica nelle sue decisioni di essere nel Comune di La Spezia e nella rada del Golfo dei Poeti“.
Desideriamo ricordarle che sull’utilizzo del Molo Garibaldi per lo sbarco e lo stazionamento delle ceneri di altre centrali italiane e di altro materiale pericoloso,i cittadini spezzini,tutte le associazioni ambientaliste nazionali ed i comitati tutti ed in primis il comitato dei Quartieri del Levante (Pagliari, Fossamastra e Canaletto che sono quelli più direttamente coinvolti dal rischio ambientale che tale attività comporta) si sono già pubblicamente espressi contro queste autorizzazioni e contro coloro che le hanno concesse.
Ne abbiamo a gran voce chiesto la sospensione così come abbiamo contestato altre decisioni prese sulla nostra pelle e non riteniamo che tutto ad un tratto coloro che sono in prima linea a fare danno all’ambiente spezzino facciano sentire,in questa occasione, la loro voce  che ha tutta l’aria di avere come unica ragione gli interessi di qualcuno che non siamo certo noi.

Per VAS  e altre Associazioni similari
Franco Arbasetti

Per I Quartieri del Levante
Rita Casagrande

Advertisements
Annunci
Annunci