“Spiazzati”. Al “Salotto del signor Rossi” l’Amministrazione manda l’avvocato

LA SPEZIA– L’emittente locale TeleLiguriaSud venerdì sera ha ospitato, nel “Salotto del signor Rossi“, l’ennesima puntata della Piazza Verdi story. Con l’aggiunta di un altro caso che sta facendo molto discutere, quello di Piazza Europa. Azzeccatissimo il titolo: “Spiazzati“. Al confronto sono stati invitati Amministrazione Comunale, la giornalista Sondra Coggio del Secolo XIX (che segue la vicenda passo passo fin dall’inizio) e il “fronte del no”, per dirla con Federici. C’erano i consiglieri Giulio Guerri e Maria Grazia Frija e il portavoce del Comitato Piazza Verdi Massimo Baldino. L’Amministrazione Comunale ha mandato il legale, l’avvocato Stefano Carrabba. Un’Amministrazione che manda un avvocato a un confronto televisivo è un’amministrazione che si deve difendere“, ha attaccato Baldino. Ma Carrabba non è solo un avvocato (pagato da NOI e che quindi dovrebbe prendere le parti della città, non del Comune), è anche un dirigente comunale. 

Sarà, ma non è un politico: e il dibattito su Piazza Verdi dovrebbe essere politico, a prescindere dalle sentenze legali. A proposito di sentenze, i telespettatori più distratti non avranno capito una cosa: chi ha vinto al Tar? Il Comitato annuncia di aver vinto, ma Carrabba dice che il Comune non ha perso. Probabilmente, come è stato detto, si è trattato di un pareggio? Ma si può pareggiare al Tar? A Spezia sì.
Battute a parte, l’avvocato si è lasciato sfuggire che ci sarebbe già un accordo con la Soprintendenza per una variante di progetto. Dopo un solo incontro? E senza aver nemmeno ascoltato le altre parti in causa? Beh complimenti per la velocità. E questo, giornalisticamente parlando, sarebbe uno scoop. I cittadini sarebbero ben felici di sapere come andrà a finire la vicenda di Piazza Verdi, se devono aspettarsi portali, anfiteatro e fontane o se si rinuncerà a una di queste installazioni d’arte, se rivedranno il filare di pini o se verranno messi dei bonsai per non turbare l’estetica dei palazzi. Ai cittadini farebbe piacere sapere se potranno passeggiare tranquillamente sui marciapiedi, guardando le vetrine e sorseggiando un caffè all’aperto o se dovranno fare costantemente attenzione alle ambulanze che sfrecciano a pochi centimetri da loro per non restare imbottigliate dietro gli autobus.

Ah, giusto, gli autobus: verranno davvero deviati su Viale Italia? Boh, non si sa… per ora questo è solo un cantiere. 

E aspettiamo la reazione degli spezzini quando vedranno la nuova Piazza Europa, che – come l’Amministrazione prometteva- sarebbe dovuta tornare uguale uguale a prima.

12650410_1074478225917681_1934417323_n

Certo sarebbe stato bello sentire un assessore, o almeno un consigliere, rispondere a queste domande, non un avvocato.  E rispondere al consigliere Guerri, che chiede le dimissioni della Giunta.

Ma, parafrasando Pericle, noi a Spezia facciamo così.

 

Advertisements
Annunci
Annunci