Pratesi, Forza Italia: “Il Comune della Spezia prende in giro i cittadini sul Piano casa di Toti”

LA SPEZIA– Quando si leggono certe posizioni attraverso la stampa si capisce che la logica, il buon senso e la democrazia vengono buttati nell’immondizia della demagogia bella e buona. Non è possibile che la giunta del Comune della Spezia pretenda che passi del tutto inosservato ai cittadini il fatto che lo sfacelo del territorio dipende da un uso smoderato dello stesso che loro stessi hanno creato e gestito nel corso di questi ultimi decenni, periodo nel quale non mi risulta si siano succedute amministrazioni di colore diverso a quella attuale.
Come è altrettanto vero che prendono i cittadini per il naso fornendogli notizie false e tendenziose, come quella che grazie a loro il piano casa della giunta Toti non sarà applicato ai centri storici. Perbacco, ma è la stessa cosa che dice il Piano Casa! Parlano di prendere seriamente in considerazione le costruzioni in zona collinare, di possibile esondazione o soggette a movimenti franosi, ma è proprio il Piano Casa di Toti che fa finalmente giustizia delle concessioni edilizie date in zone di particolare attenzione di carattere geomorfologico.

Il messaggio che il Vice Sindaco vuol mandare è quello del “batti un colpo se ci sei”. Lo scadere dei 60 giorni in cui ogni comune ligure dovrà far pervenire alla Regione la lista delle zone nelle quali non si vuole che sia applicato il Piano Casa coglie con l’acqua alla gola l’amministrazione spezzina che, per evitare di fare pessime figure, lancia le proprie bordate per fare la solita scena: tutto fumo e niente arrosto, annunci e basta. Invece, una rilettura attenta delle Legge Regionale del Piano Casa porta vantaggi a tutti: la tutela dei luoghi di pregio, storici e paesaggistici, soggetti a leggi ambientali; messa in sicurezza del territorio, soprattutto nelle zone più soggette a rischio; e, poi, sviluppo, lavoro e riqualificazione.

Ci rivolgiamo alle forze produttive sul territorio, perché facciano sentire la propria voce, quella che ha accompagnato la stesura e l’approvazione in Consiglio Regionale lo scorso dicembre della legge sul Piano Casa. Così come ci rivolgiamo anche ai cittadini per avvertirli dello sporco gioco che si sta realizzando alle loro spalle, imponendo la mistificazione e le bugie di una ideologia che deve essere battuta nell’interesse di tutti.
Siamo pronti a presentare in Consiglio Comunale tutta una serie di eccezioni e, in caso di palese stravolgimento, della legge regionale, siamo pronti a chiedere lo svolgimento di un referendum tra i cittadini.

Riccardo Pratesi, Referente Forza Italia La Spezia

 

Advertisements
Annunci
Annunci