Il Comitato Piazza Verdi smentisce Maurizio Maggiani: “Gli alberi fascisti non erano i pini ma i larici”. E chiedono la deforestazione delle essenze arboree nell’intera Provincia

Anche uno scrittore può sbagliare, persino uno scrittore 4 stelle Michelin come Maurizio Maggiani, sempre contenuto nelle sue espressioni nei confronti del Comitato (“congerie di comunisti, fascisti, nazisti…gente che degli alberi non gliene frega niente”).

Maggiani non risparmia neppure i pini argomentando molto bene (“i pini sono fascisti perché al Duce piaceva il pino”), portando il lettore alla seguente deduzione tramite un sillogismo aristotelico che non fa una piega: il fronte del No ama i pini marci, i pini sono fascisti, il fronte del No è fascista.

b2765b16-52b6-4cd2-9a65-069fb7ff0f23_medium

Ma c’è un errore, e ora il Comitato non ci sta più:

Di fronte alla scoperta dello stagista, Ökoland Dederow, riportata da Focus e TGCOM 24, non possiamo più tacere” dice il portavoce Massimo Baldino. La storia non si può riscrivere, la verità deve venire fuori“. Nessun riferimento alla critica dello storicismo di Karl Popper e alle filosofie profetiche della Storia ma solo un fatto conclamato: “Passi La pioggia nel pineto di D’Annunzio, ma questo Dederow nella foresta di Uckermark, Germania Nord Orientale si era imbattuto in una forma geometrica inaspettata: alcuni alberi formavano una svastica. Ma gli alberi non erano pini: erano larici!”.

Chiaramente alla luce di tutto questo è chiaro che il Comitato, per dimostrare l’assoluta purezza antifascista e antinazista dei suoi componenti, chiede a gran voce al Sindaco e al suo vice, chiamato scherzosamente Motosega, di provvedere alla “soluzione finale” per tutti i larici della Provincia rei di essere fascisti nella chioma.

PS: Ovviamente scherziamo, ma gli appellativi pesanti di Maggiani come quelli pronunciati nell’intervista alla Coggio contro “il fronte del NO”, in una società civile non dovrebbero MAI essere pronunciati. Da nessuno, operaio, casalinga di Pegazzano o acclarato romanziere.

Advertisements
Annunci
Annunci