Isola Palmaria, quale futuro? Un’assemblea pubblica venerdì 12 febbraio

LA SPEZIA – LA SPEZIA – “Abbiamo l’ambizione  che l’isola Palmaria possa diventare la Capri della Liguria”. Questa la battuta del presidente della Regione Liguria Toti a commento del Protocollo d’intesa siglato lo scorso 5 febbraio, per il quale Regione, Marina Militare e Agenzia del Demanio consentono l’acquisizione non onerosa, a favore del Comune di Porto Venere, di un centinaio di immobili tra terreni e fabbricati.

L’isola di Capri è un’isola meravigliosa che negli anni è stata oltraggiata da diversi abusi edilizi e invasa da costanti colate di cemento. La Palmaria è un’isola altrettanto meravigliosa, inserita tra i Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco.

La battuta del presidente Toti ha creato ovviamente preoccupazione e si sa che prevenire è meglio che curare.

Si svolgerà quindi un’assemblea pubblica venerdì 12 febbraio alle ore 21 presso il Centro Sociale di Fezzano, per approfondire le questioni legate al Protocollo d’intesa suddetto e al Piano Casa dal quale non è stata esclusa l’Isola Palmaria, rischi, varie ed eventuali. All’inziativa sono state invitate rappresentanze politiche e associazioni ambientaliste. La cittadinanza è caldamente invitata a partecipare.

Advertisements
Annunci
Annunci