È arrivato “Star Work Sky” …e sulla Provinciale della Ripa i lavori “decollano” verso la conclusione. Il documento esclusivo di laspeziaoggi.it

VEZZANO LIGURE– Gli ultimi lavori di messa in sicurezza della provinciale della Ripa si stanno avviando verso la conclusione: questa mattina alle 9, gli operai della ditta Ovas, coordinati dai tecnici della Provincia, tramite l’ausilio dell’elicottero “Star Work Sky” giunto da Rapallo (ed appositamente noleggiato dall’impresa piemontese), hanno proceduto al trasporto in parete dei componenti utili alla costruzione delle due barriere elastiche che, nei prossimi giorni, saranno assemblate direttamente sulla parte superiore del versante centrale, ovvero quello ritenuto più fragile e pericoloso. Si tratta di un sistema “anticolata” costituito da piantoni, reti e tiranti d’acciaio che, in caso di crolli,
permetterà di “imbrigliare” la montagna e trattenere rocce e fango; impedendo che si schiantino sulla strada sottostante. Un intervento particolarmente delicato che, tuttavia, si è svolto in totale sicurezza per gli automobilisti e non ha imposto alcuna chiusura del tratto di strada, con il transito dei veicoli regolato “a vista” direttamente dai responsabili del cantiere in base alle manovre del velivolo.

Le spettacolari immagini dell’intervento di “Star Work Sky” seguito in diretta esclusiva dalle telecamere di
LaSpeziaOggi.it:


I lavori si stanno concludendo con un andamento costante e positivo, in perfetta sintonia con l’ultimo
cronoprogramma stabilito – spiegano al telefono dalla Provincia della Spezia – questo ci consentirà di giungere alla fine di febbraio con tutti i requisiti necessari per permettere finalmente alla Regione di avanzare il progetto di messa in sicurezza definitiva del tratto di strada entro l’estate.” Presente anche Adriana Incaviglia, Presidente del Comitato cittadino “Salviamo la Ripa”, che questa mattina ha seguito le eccezionali operazioni aeree: “siamo soddisfatti di come procedono i lavori, ma continuiamo a tenere alta la guardia e ad impegnarci affinché vengano realizzate le gallerie ‘paramassi’, nel più breve tempo possibile.” – ha ribadito a LaSpeziaOggi.it la ristoratrice di Fornola. Opinione condivisa anche da Luciano Hermida, portavoce del secondo Comitato cittadino “Per la Ripa” che, giunto anch’egli in cantiere per non “bucare” il particolare intervento, al nostro giornale aggiunge: “questa mattina, per la prima volta, abbiamo potuto vedere con i nostri occhi e toccare con mano la realizzazione delle opere di messa in sicurezza sulla parte più pericolante del versante, opere che chiedevamo da molto tempo: vederle compiersi di fronte a noi ci infonde maggiore sicurezza. Tecnicamente – spiega il fabbro a capo del Comitato di Bottagna – penso che si stia facendo davvero un ottimo lavoro, raddoppiando i sistemi di protezione e lavorando con grande celerità per terminare, quanto prima, il montaggio completo di tutte le ‘barre elastiche’. Ora – conclude Hermidaguardiamo alla messa in sicurezza definitiva, ma alla Regione chiediamo delle garanzie, prime tra tutte la documentazione scritta e firmata che attesti tanto l’esistenza del progetto quanto, soprattutto, la disponibilità economica per la sua realizzazione.”

(Francesco Munari)

Advertisements
Annunci
Annunci