La donna del mese: Anna Magnani.

Sessant’anni fa vinse il Premio Oscar per il film “La rosa tatuata“, diretto da Daniel Mann, in cui recitava accanto a Burt Lancaster; fu la prima (e  finora unica) attrice italiana a vincere il maggior riconoscimento cinematografico per un film americano. Stiamo parlando ovviamente della grande Anna Magnani, Nannarella per tutti, una vera e propria icona del cinema italiano, universalmente riconosciuta come una delle più grandi attrici mai vissute. Nacque nel 1908 a Roma e nella Capitale morì nel 1973, stroncata da un tumore al pancreas, assistita dal figlio Luca e dal grande amore della sua vita, il regista Roberto Rossellini, con il quale visse, a metà degli anni Quaranta, una relazione sentimentale e con cui girò uno dei film più famosi della storia del cinema: “Roma città aperta“.

Donna forte, indipendente, attrice di grande intensità, ha una stella dedicata sulla Hollywood Walk Of Fame e -addirittura- un cratere di 26 km sul pianeta Venere. Questo appuntamento con “la donna del mese” è dedicato a Nannarella perché pochi giorni fa è uscito un libro dedicato a lei, alla Anna donna, prima che attrice, “Anna Magnani. Biografia di una donna“, scritto da Matteo Persica, che per 8 anni ha studiato nelle biblioteche e intervistato testimoni che l’hanno conosciuta.

1.-Copertina-Anna-Magnani-540x700

Ti ho sentito gridare Francesco dietro a un camion e non ti ho più dimenticato. (Giuseppe Ungaretti)

Advertisements
Advertisements
Advertisements