Stoccaggio ceneri Enel al Molo Garibaldi, interviene anche Sinistra dei Valori

LA SPEZIA- È sconcertante apprendere che un sindaco (e la sua giunta PD) ormai prossimo alla scadenza di mandato (maggio 2017), decida unilateralmente senza alcun confronto con la cittadinanza, di destinare parte del molo Garibaldi (dove attualmente attraccano le navi da crociera) per 10 anni allo stoccaggio delle ceneri provenienti  dalle centrali Enel di Roma e Brindisi.

Dopo una sterile polemica tra Federici e Forcieri su dove collocare il molo crociere per non perdere questi flussi turistici, interrogarsi se destinare parte dell’Arsenale alle demolizioni navali (anch’esse inquinanti) scopriamo all’improvviso che una parte del porto commerciale, vicinissima in linea d’aria ai quartieri del levante e del centro città, sarà dedicata ad un’attività nocive per la salute dei cittadini? in un sito già abbondantemente pregiudicato dalle ceneri della “nostra” centrale Enel e dalle polveri sottili del porto stesso?

Ebbene, è arrivato il momento di dire BASTA a questo ennesimo sfregio arrecato al nostro territorio, autoconvochiamoci tutti sotto la Provincia ed il Comune per protestare contro questo ennesimo scempio che questa giunta ci “regala”, è ora di finirla con queste imposizioni calate dall’alto a danno della salute della gente.

Sinistra dei Valori si rende disponibile da subito a mobilitarsi insieme a chi ha a cuore la salute di tutti i cittadini, contro questa arrogante classe politica che decide nell’ombra senza effettuare mai un percorso partecipativo.

BASTA, dobbiamo decidere insieme quale futuro dare a noi stessi ed ai nostri figli. Mobilitiamoci tutti. 

Il coordinamento Provinciale  Sinistra Dei Valori

Advertisements
Advertisements
Advertisements