Ripa. A meno di 48 ore dalla riapertura nuovo sopralluogo dei tecnici. Adriana incaviglia (Salviamo la Ripa): “pienamente soddisfatti”

VEZZANO LIGURE– Sono ore “bollenti” sulla provinciale della Ripa, dove gli addetti ai lavori stanno ultimando le cosiddette opere di “rafforzamento corticale” (barriere paramassi, anticolata e reti in aderenza) in attesa della riapertura a senso unico alternato che avverrà sabato mattina.
Un momento tanto atteso quanto cruciale e delicato, al punto che l’Ufficio Viabilità della Provincia, seppur
confermando la data, attende tuttavia l’esito dei collaudi (previsto per questa sera) per firmare l’ordinanza di riapertura. L’attesa, ormai, è ridotta al minimo e circoscritta unicamente alle prassi burocratiche “di routine”: da quanto si apprende, il Collaudatore in corso d’opera Gianfranco Ratti avrebbe, di fatto, già confermato la piena positività delle verifiche svolte fino ad oggi, il che spazza via ogni possibilità di un eventuale e temuto nuovo ritardo nell’arrivo del “momento tanto atteso”.
Questa mattina alle 9 un nuovo sopralluogo dei tecnici, durante il quale è stata installata l’ultima segnaletica verticale, la recinzione protettiva della centralina meteorologica e portata a termine l’ultima “prova di carico”. Rimandata alla settimana prossima, invece, l’installazione delle “barriere elastiche” sulla parte superiore del versante, che sarà effettuata con l’ausilio di un elicottero, affittato direttamente dalla Ovas: in mattinata, infatti, a causa del maltempo imprevisto, il velivolo – proveniente da Rapallo – non ha potuto raggiungere La Spezia,
com’era stato stabilito. Condizioni meteo permettendo, le operazioni aeree sono state posticipate a martedì mattina, con senso unico attivo e, quindi, per garantire la sicurezza degli automobilisti, le possibilità potrebbero essere due: fermare “manualmente” i veicoli tramite degli addetti “movieri” dotati di paletta ed in comunicazione con i responsabili del cantiere oppure vietare il transito provvisoriamente, per circa 3 ore, nei momenti di minore traffico. Opzione, quest’ultima, più probabile.
Presenti, come di consueto, il Sindaco di Vezzano Ligure Fiorenzo Abruzzo insieme ad Adriana Incaviglia e
Luciano Hermida, rappresentanti dei rispettivi Comitati cittadini “Salviamo la Ripa” e “Per la Ripa”, giunti sul posto per “vigilare” costantemente sulla situazione. “Sono molto contenta – ha dichiarato a LaSpeziaOggi.it Adriana Incaviglia, fondatrice e leader di “Salviamo la Ripa” – Anche questa mattina, ho avuto modo di constatare che i lavori stanno procedendo nella maniera migliore e questo è quello che, tra meno di 48 ore, ci permetterà di toccare con mano il nostro obiettivo: riavere la nostra strada. Anche se siamo di fronte ad una riapertura parziale – spiega la ristoratrice di Fornola – siamo comunque pienamente soddisfatti: senza l’impegno costante di ‘Salviamo la Ripa’ – sottolinea la Incavigliaquesta arteria sarebbe rimasta chiusa ancora per parecchio tempo o, quasi certamente, non avrebbe più riaperto, come migliaia di spezzini, all’indomani di ferragosto, temevano. Bisogna però riconoscere il grande lavoro che è stato fatto: qui hanno sempre lavorato non meno di 10 operai a turno con punte, talvolta, di 20 o 25 uomini, a seconda delle necessità. Unica nota critica, che mi sento di esprimere, è quanto accaduto a fine dicembre quando, in occasione delle festività natalizie, il cantiere si fermò per alcuni giorni: occorre chiarire che questo successe perché chi di dovere non ha provveduto a mettere i lavori in ‘somma urgenza’, come chiedevamo da mesi”.
Ma a poche ore dallo scattare del verde sui semafori, Adriana Incaviglia adesso guarda al futuro con fiducia: “questa mattina ho avuto rassicurazioni in merito al progetto definitivo delle ‘gallerie paramassi’. Al momento – conclude la donna – è chiaro che non c’è nulla di definitivo, ma chi di dovere mi ha garantito il suo impegno affinché la Regione possa accelerare sia i tempi della progettazione che quelli della realizzazione.

(Francesco Munari)

Advertisements
Annunci
Annunci