Ripa, lavori alle battute finali: questa mattina il sopralluogo dei tecnici. Le telecamere di Laspeziaoggi.it all’interno del cantiere.

I lavori sulla Ripa sono giunti alle battute finali e in tutta la provincia cresce l’attesa per l’apertura a senso unico alternato, confermata entro il 30 di questo mese (le date più probabili sono quelle di mercoledì 27 o giovedì 28 gennaio). Questa mattina, in perfetta sintonia con i pronostici dei giorni scorsi, hanno preso il via i lavori secondari, con la messa in funzione e la verifica del corretto funzionamento dei semafori, forniti e installati dalla E.M.I. Srl di Pietrasanta – leader da oltre quarant’anni nel settore degli impianti semaforici – e l’asfaltatura di circa 1300 metri quadrati di manto stradale danneggiato dal maltempo.

Alle 9, il sopralluogo dei tecnici all’interno del cantiere, seguito in esclusiva dalle telecamere di LaSpeziaOggi.it, unico quotidiano spezzino a cui è stato concesso l’ingresso: presenti il Direttore dei lavori della Provincia Nicola Bologna, il Responsabile Provinciale del Settore Viabilità Gianni Benvenuto, il Geologo Carlo Malgarotto, il Collaudatore in corso d’opera Gianfranco Ratti, la Responsabile Provinciale del Procedimento Alessandra Tarabotto, il Progettista strutturale Paolo Ferrari e, naturalmente, il Sindaco di Vezzano Ligure Fiorenzo Abruzzo insieme ad Adriana Incaviglia e Luciano Hermida, rappresentanti dei rispettivi Comitati cittadini “Salviamo la Ripa” e “Per la Ripa”.

Ciò che caratterizzerà la Ripa sarà la tecnologia: “è stato installato un impianto semaforico nato e studiato per
garantire una funzionalità in base ai flussi, con tempi di attesa minimi previsti inferiori ai cinque minuti che
tuttavia, entro i primi tre o quattro giorni dalla riapertura, saranno regolati in base alla quantità di traffico e alle varie fasce orarie giornaliere, per evitare la formazione di lunghe code e, di conseguenza, disagi agli automobilisti – spiega a LaSpeziaOggi.it Nicola Bologna, Direttore dei lavori della Provincia – In questa prima fase della riapertura, non essendo ancora conclusi del tutto i lavori, in caso di allerta meteo, con ciascuno dei tre colori, la strada verrà chiusa e ciò sarà segnalato da una lanterna posta a ciascuno dei due ingressi. Poi – chiarisce il Geometra – quando nelle prossime settimane saranno definitivamente concluse tutte le opere, le stesse lampade si trasformeranno in “semafori intelligenti”: in caso di forti piogge, indipendentemente dalla diramazione o meno di un’allerta gialla da parte della Regione, in base ai dati forniti dal pluviometro, potrebbe scattare il rosso, vietando il transito.
In caso di allerta arancione o rossa, invece, il tratto di provinciale sarà automaticamente interdetto. Altra novità: per motivi di sicurezza, in seguito alla riduzione di ampi tratti della carreggiata dovuti alla notevole lunghezza del senso unico, sulla “nuova” Ripa sarà vietato l’accesso a pedoni e biciclette. “Abbiamo finalmente ottenuto il risultato che
volevamo: riaprire la strada e ridare fiato alla viabilità della Val di Vara e della Val di Magra. Questa è la
risposta che dovevamo dare a migliaia di cittadini e aziende del territorio, oramai stremati – racconta soddisfatto a LaSpeziaOggi.it il Sindaco di Vezzano Ligure Fiorenzo AbruzzoSi tratta di una situazione transitoria, che comunque ci tranquillizza e ci permette di affrontare le prossime settimane più sollevati.
Sulla Ripa comunque si continuerà a lavorare: lunedì verrà dipinta la segnaletica orizzontale (strisce laterali e mezzeria, rigorosamente in giallo) e, nei giorni immediatamente successivi, verrà posizionata la segnaletica verticale, per poi procedere con i collaudi finali. Fino alla fine di febbraio, gli operai continueranno a lavorare “in parete”, per terminare l’installazione delle barriere paramassi e anticolata.

(Francesco Munari)

Advertisements
Annunci
Annunci