Spezia, le palle…girano!” (E adesso per la storia…)

Lo Spezia non riesce proprio a vincere la prima dell’anno solare: succede da una vita e così anche mister Di Carlo di deve accontentare di un pareggio contro il Bari del neo tecnico Camplone. Lui stesso per poco non diventava il nuovo tecnico aquilotto, quando lo scorso novembre Bjelica fu sostituito. Gli aquilotti questa sera non sono stati brillanti soprattutto nel corso del primo tempo: pensavano già al match storico di lunedì di coppa? Noi crediamo proprio di no e forse anche l’avversario difronte essendo di caratura elevata ha contribuito a far scorrere la prima frazione di match, senza nessun sussulto. Poi la ripresa è stata più vivace, forse grazie anche al contributo del neo entrato Kvrzic, finalmente dopo il lungo infortunio. Alla fine comunque il risultato è giusto anche se quando si gioca al “Picco” il tifoso aquilotto vorrebbe sempre i tre punti.

E adesso il pensiero a lunedì sera quando alle ore 20 Spezia-Alessandria varrà una semifinale storica di coppa Italia “Tim Cup” contro il Milan in un doppio confronto. “Partita nella partita” come ha detto Di Carlo: tutto può succedere, sarebbe bello rivedere un “Picco” stile anni ’90, tanto per ricordare…uguale a quel match entrato nella storia proprio quando lo Spezia sconfisse l’Alessandria con un rigore neutralizzato a tempo scaduto da Rubini… ricordate???

(Cristiano Sturlese)

 

 

Advertisements
Advertisements
Advertisements