Val di Vara, la magia dei Presepi di Sesta Godano

SESTA GODANO- Tradizione, fantasia ed originalità sono stati gli ingredienti del successo dell’edizione 2015/2016 della rassegna “Borghi da Presepe”, l’iniziativa storico-culturale organizzata dal Comune di Sesta Godano in collaborazione con la Proloco e le comunità del territorio. Dodici frazioni, ciascuna delle quali ha proposto la sua personalissima rappresentazione della Natività, diventate tappa ideale di un percorso guidato attraverso l’alta Val di Vara, articolato in tre itinerari, alla scoperta della storia e della gastronomia locale, il tutto accompagnato dalla fervida accoglienza degli abitanti; che ogni anno, con il loro impegno ed entusiasmo, impreziosiscono le antiche chiese ed i vecchi carrùggi godanesi. Piccole ma straordinarie creazioni, capaci di portare chi le osserva in una dimensione autentica e solenne, quasi trascendentale, perfetta celebrazione dell’amore e dello spirito di attaccamento al proprio borgo. Dal presepe “ecocompatibile” di Pignona, realizzato, grazie alla maestria dell’hobbysta Domenico De Cola, con il recupero di vecchi televisori, al caratteristico presepe vivente di Chiusola, allestito per le vie del paese con la collaborazione di Anna Frione e la partecipazione del cornamusicista Elio Ghelli, fino al particolarissimo presepe “gastronomico” di Bergassana, realizzato con pasta e bicchieri, grazie al sensibile intuito e alla sapiente manualità di Roberto Garbini. Ciascuna opera ha saputo rappresentare, a suo modo, gli elementi caratteristici che da secoli uniscono il Gottero, il fiume Vara e le terre di Godano. Un legame indissolubile, reso ancora più forte dal senso di appartenenza dei loro popoli.

(Francesco Munari)

Advertisements
Annunci
Annunci