Exposition Studio Harcourt Paris “Un instant pour l’éternité” Stelle fra le stelle, la mostra fotografica

12401952_923046284449343_1554690194097835264_o-1038x576LA SPEZIA- Si è inaugurata Sabato 09 gennaio 2016 la mostra fotografica dal titolo – Exposition Studio Harcourt Paris “Un instant pour l’éternité” Stelle fra le stelle – un’iniziativa promossa da Alliance Française La Spezia in collaborazione con la Galleria D’Arte Contemporanea Il Gabbiano sita in Via Nino Ricciardi n15.

Sarà possibile visitare la mostra fino al 23 gennaio 2016 con i seguenti orari: dal martedì al sabato dalle ore 17.00 alle ore 20.00
Una mostra itinerante, che ha già toccato le città italiane di Latina, Carrara, Verona, La Spezia e che continuerà con Trieste e Torino con innumerevoli ritratti realizzati in più di ottanta anni di attività dallo studio fotografico Harcourt Paris.
Cosa è possibile percepire da questa mostra: purezza, profondità ed animo, sono scatti che danno intensità alla personalità immortalata, aiutano il contrasto tra fondo e soggetto, tra luce e riflesso, ci si perde nell’osservare i dettagli, ed incuriosisce e capta l’attenzione dell’osservatore la differenza di emozioni che tra uno scatto all’altro si possono percepire. Passione, profondità, dolcezza, dolore, sfida, benessere, intensità, seduzione …, è una mostra che permette di sapere e scoprire cosa cercare nello sguardo altrui. nella profondità di un immagine in bianco e nero che porta con se storia, bellezza ed immortalità.
Durante la presentazione La Professoressa Borghi ha riportato i dati storici e stilistici dello studio fotografico Harcourt, fondato nel 1934 da Cosette Harcourt e i fratelli Lacroix, “sono anni in cui la fotografia diventa uno strumento di fondamentale importanza non solo per la stampa ma anche per la promozione degli artisti, lo studio tutt’ora in attività è famosissimo per i suoi ritratti in bianco e nero dei grandi personaggi del cinema e non solo. Lo studio Harcourt si caratterizza per dei ritratti in primo piano, in cui il soggetto è ripreso nella migliore angolatura e illuminato da proiettori cinematografici creando quel tipico chiaroscuro su fondo grigio nero”.
Diventa un’opportunità, poter viaggiare nel tempo nella ricerca di ciò che è stato per la cultura odierna la bellezza e il divismo, ne ha parlato il Dottor Giordano Giannini durante l’introduzione alla mostra, “partendo da una riflessione del Ghiraldini, attraverso una premessa argomentativa sulle dive del cinema italiano degli albori (anni 10-20) definisce il divismo quanto di più deleterio il cinematografo abbia potuto accogliere nel suo corpo artistico. ..se il mondo antico creava, formulava la realtà divina per contrapporla alla propria miseria umana alla quotidianità, il divismo legato alla cultura popolare fa il procedimento opposto, non crea il divino, divinizza l’umano, trasfigura doti peculiari dell’umano a suggello delle divinità..
… facendo i dovuti accorgimenti lo studio Harcourt si può dire fosse l’ultimo grande erede di quella cultura incentrata sull’atto del vedere, del percepire in qualche modo la realtà fondante dell’800, l’800 che gronda di teatri ottici di primi esperimenti che possiamo definire gli antenati del cinematografo, tutto il mondo è un oggetto da vedere, da osservare da gustare con gli occhi e in un certo senso da trasfigurare nel momento in cui lo si percepisce..”
Un percorso quindi che lega, storia e culture, fascino e bellezze di due culture legate da una fratellanza indissolubile, l’associazione Alliance Française attiva sul territorio spezzino dal 1952 propone con cadenza bimestrale, manifestazioni che mirano a diffondere la conoscenza della cultura e della lingua francese attraverso conferenze, tavole rotonde, mostre, viaggi e concerti. Donando maggiore importanza ai legami storici e culturali organizzando attraverso i Servizi della città Spezzina un simposio intitolato Da costa a costa. La Spezia, la Lunigiana e la Corsica -D’une côte à l’autre. La Spezia, la Lunigiana et la Corse. L’ Alliance Française della Spezia è Test Center per le certificazioni di conoscenza del francese rilasciate dal Ministero dell’Educazione Francese.

Stefania Martinico

Advertisements
Annunci
Annunci