Comunicati dalla Regione Liguria: Osservatorio sul randagismo e fondi per il territorio

GENOVA– La giunta regionale,  su proposta della vicepresidente e assessore regionale alla salute Sonia Viale ha istituito il nuovo Osservatorio per lo studio e il controllo delle popolazioni animali composto da operatori designati dagli enti locali, dalle Asl e da esperti scelti dalla Regione e dalle Associazioni animaliste iscritte al registro regionale delle organizzazioni di volontariato. “Le problematiche legate al randagismo, specialmente di animali di affezione come cani e gatti, sono molto sentite sul territorio ligure” spiega la vicepresidente Viale che sarà tra i componenti dell’Osservatorio. A comporre l’Osservatorio, oltre all’assessore Viale: un funzionario regionale, un veterinario Asl, un operatore designato dal Comune di Genova – unico capoluogo ligure dotato uffici a tutela dei diritti degli animali – e 5 esperti designati dalle Associazioni. La dotazione finanziaria per le attività 2015 dell’Osservatorio è di 50 mila euro a carico di Ars.

Due milioni e 900mila euro per interventi di difesa del suolo in 20 Comuni liguri. Sono stati stanziati dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alla Protezione civile e all’ambiente Giacomo Giampedrone, proseguendo sulla strada della mitigazione del rischio e della prevenzione  dei danni alluvionali. L’individuazione degli interventi è stata fatta utilizzando i criteri di priorità dettati dalle condizioni di rischio e dalla possibilità di una sua sensibile riduzione. Dagli interventi sono interessate tutte e quattro le Province liguri. “Si tratta di una programmazione annuale  – spiega l’assessore Giampedroneche riguarda aree e situazioni con livelli elevati di pericolo dove vogliamo intervenire a tutela dell’incolumità pubblica e per andare incontro alle richieste provenienti dai territori. E’ un quadro articolato di interventi che sono contenuti nei singoli piani di bacino e che dimostrano in maniera evidente il netto cambio di marcia rispetto al passato con il grande impegno della nostra giunta su questo tema per noi del tutto prioritario”.
Tre i Comuni in Provincia della Spezia: Bolano (adeguamento idraulico canale Villa), Pignone (progettazione preliminare dei lavori per la messa in sicurezza del torrente Pignone), Varese Ligure (monitoraggio della frana in località Noci Finoli).

Advertisements
Annunci
Annunci