Quartieri del Levante: “I cittadini attendono da 8 anni la restituzione di Calata Paita”

LA SPEZIA– Siamo alle solite: nonostante le numerose denunce e gli anni passati ad attendere invano, l’Autorità Portuale di La Spezia, cosa gravissima ed incomprensibile, non ha ancora restituito il fronte mare alla città. La legge che ne deliberava la restituzione è stata considerata senza  alcun valore e questo nonostante il Ministero dell’Ambiente abbia, ultimamente, di fatto sospeso per ulteriori approfondimenti, il progetto proposto dall’Autorità Portuale sull’ambito proprio di Calata Paita, Molo Italia e Passeggiata Morin. E’ pertanto presumibile che la stessa istituzione, tenendo fede ai suoi atteggiamenti decisionistici e ostili alla partecipazione dei cittadini, abbia causato ancora una volta gravi danni alla città in quanto si è, di fatto, sostituita al ruolo del Comune (che in quanto a partecipazione non sarebbe esempio da portare) in relazione alla pianificazione(PUC) ed alle leggi urbanistiche contenute nel P.R.P. Pare proprio che città e Golfo siano divenuti ostaggi dell’A.P., che fa presupporre voglia programmare sulla costa uno sviluppo monolitico al servizio di un futuro MegaPorto, divenuto lo squalo che divora tutto e diventa antagonista della vocazione turistica che il nostro bellissimo golfo dovrebbe avere.

Dove non si può diversificare un progetto di sviluppo che tenga conto non solo della portualità ma anche di altre attività come turismo ed artigianato e che sia soprattutto rispettoso dell’ambiente cosa di primaria importanza per un territorio come il nostro già pesantemente colpito da inquinamento di varia natura. Dobbiamo continuare a batterci perché tutte queste attività,mantenute nella giusta dimensione,siano una prospettiva per il nostro futuro coniugando salute, lavoro e ambiente e mai assolutamente accontentarci di vivere alla giornata, che costituisce un atteggiamento totalmente negativo e che rischia di non lasciare nulla alle future generazioni in nessuno dei tre ambiti.

(Franco Arbasetti e Rita Casagrande, Coordinamento Quartieri del Levante)

Advertisements
Advertisements
Advertisements