Palancole in mare alla Marina del Canaletto, muscolai contro l’Autorità Portuale

LA SPEZIA– Amara sorpresa, questa mattina, per i frequentanti della Marina del Canaletto, che hanno trovato alcune palancole in mare, poste lì dall’Autorità Portuale. Il primo passo per la realizzazione di un nuovo banchinamento, secondo un’ordinanza della Capitaneria di Porto (slideshare.net), datata 2 dicembre.
Ma, dicono i muscolai, questo va in contrasto con la sentenza del Consiglio di Stato, che prevede, prima di iniziare i lavori, di aspettare il ricollocamento delle Marine che ancora non è avvenuto.

Del fatto è già stato avvertito l’Avvocato Daniele Granara, che domani mattina chiederà la sospensiva e valuterà un eventuale ricorso penale, in caso si prefigurasse un abuso di potere. “Sicuramente” ci dice Franco Arbasetti del Coordinamento Quartieri del Levante da noi raggiunto telefonicamente “è una provocazione, l’ennesima, da parte del Presidente Forcieri. Quei lavori non si possono proprio fare.“, è “una mancanza di rispetto“.

Continua, quindi, la battaglia sulla ricollocazione delle Marine. Nei prossimi giorni verranno valutate altre eventuali risposte a questo ennesimo colpo messo a segno dall’Autorità Portuale.

 

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci