Calice al Cornoviglio, disagi per l’ufficio postale chiuso

CALICE AL CORNOVIGLIO– La minoranza di Calice al Cornoviglio esprime la su preoccupazione per la politica organizzativa di Poste Italiane per quanto riguarda l’apertura dell’unico ufficio postale del Comune, che con la riduzione di orario prevista, crea molti disagi alla popolazione. Nella settimana dell’Immacolata l’ufficio è stato chiuso ininterrottamente per 7 giorni, tra la festa dell’8 dicembre il santo patrono locale che è stato il 10, che sfortunatamente sono caduti nei giorni pari, in cui l’ufficio è aperto, mentre in quelli dispari è chiuso.

Certamente c’è da chiedersi: come potranno ovviare ai disagi coloro che non hanno i mezzi per raggiungere un altro ufficio postale? Il comune è abitato in gran parte da persone anziane e comunque non è agevole raggiungere l’ufficio postale più vicino che è a circa 15 km dal capoluogo. Impensabile arrivare a questa situazione e non prevedere calendarialmente l’apertura dell’ufficio in giorni alternativi per sopperire a tale disagi. Cosi, come nei giorni del ritiro pensione, si apre l’ufficio anche se non sarebbe previsto dalla nuova regolamentazione, in caso di festività si devono prevedere aperture per non creare problemi ai cittadini, tanto più che da gennaio è prevista anche la riduzione orario dell’unico sportello Carispezia , che da tre giorni settimanali passa a due! Il lunedì niente posta e niente banca! Calice è un comune che cerca e vuole resistere ma che sta lentamente morendo soprattutto per la mancanza di servizi al cittadino, oltre agli annosi problemi della viabilità provinciale che sembra dovranno ancora aspettare anni per esser risolti.

(Il gruppo consiliare di minoranza di Calice al Cornvoglio)

Advertisements
Annunci
Annunci