MoVimento 5 Stelle La Spezia: “Montalbano… un canciari canali!”

LA SPEZIA– Apprendiamo dai quotidiani locali che secondo l’assessore (alla fantascienza) Mori la situazione della frana di Montalbano è sotto controllo, una squadra di droni ha studiato la frana… e l’idea dell’amministrazione sarebbe quella di realizzare una galleria paramassi per poter riaprire il tratto di strada.
Ci piacerebbe sapere dove sono i progetti in merito, visto che, come si legge nella determina dirigenziale n. 5500 del 12/10/2015, le opere previste dal progetto esecutivo elaborato dalla società CGT SpinOff S.r.L. (Università di Siena) nel 2014 non sarebbero in grado di conseguire l’obiettivo per il quale è stato elaborato… si legge infatti testuale nel documento:
… Tali opere non sarebbero in grado di conseguire l’obiettivo per il quale è stato elaborato il progetto e cioè la definitiva messa in sicurezza del distretto franoso… Si è deciso pertanto di dar corso ai soli lavori necessari per la realizzazione di quelle opere funzionali alla messa in sicurezza, seppur parziale… Per la restante parte delle opere si è proceduto ad un approfondito riesame del progetto in parola a seguito del quale si è ritenuto opportuno soprassedere con la realizzazione delle opere che avrebbero dovuto essere realizzate…” decidendo di “soprassedere alla realizzazione delle opere che avrebbero dovuto essere realizzate e sostituendole con altre”.
A questo punto è necessaria un po’ di chiarezza.
Le “altre” opere al momento previste nel nuovo progetto in variante del 2015 e di cui si sono trovati i soldi riguarderebbero (il condizionale è d’obbligo) la messa in sicurezza parziale e la protezione di alcuni edifici con una berlinese, la posa di reti in acciaio ed idrosemina per stabilizzare la parte superficiale a monte e solo idrosemina per la parte a valle della pista di cantiere che inopportunamente fu realizzata nel bel mezzo del corpo franoso…, la risistemazione delle esistenti opere di drenaggio che non sono mai state manutenute e la realizzazione di altre “due canalette”. Stop.
La progettazione di questi lavori è stata affidata in data 29 maggio 2015, con determina n. 2931, alla stessa Spinoff S.r.L che aveva redatto il precedente progetto…
Da nessuna parte si parla di galleria.
Un po’ di numeri:
per il tratto compreso tra via Pilastro e Via Marconi nel 2014 (tre anni dopo il primo evento franoso) i lavori principali dell’allora “progetto risolutivo” avevano un costo di 688.241€ (affidati alla Cemenbit che ne ha già realizzati per un importo di 267.843€, salvo poi essere sospesi) di questi lavori per una cifra di 403.685€ sono utilizzabili nel nuovo progetto (li porterà a termine la stessa Cemenbit). Per questo nuovo progetto in variante è previsto un implemento di lavori principali e aumento dei costi di 534.088€, per una cifra totale di 937.733€
Per il settore orientale invece l’importo per i lavori principali è rimasto uguale: 454.738€ (affidati alla Terra Uomini e Ambiente Soc. Coop).
L’incarico per la progettazione affidato alla società CGT SpinOff S.r.L. (Università di Siena) dal 2014, ammonta a 87˙230 €.
Quindi dal 2014 siamo a 1,5 milioni (IVA esclusa) a cui si devono sommare le spese per i monitoraggi (letture, relazioni, fornitura strumentazione)
Ora ci piacerebbe conoscere quali sono le reali intenzioni di amministrazione e progettisti in merito alla sistemazione del distretto franoso di Montalbano, senza boutade sui giornali in merito a fantomatiche gallerie paramassi date in pasto alla stampa.
Ad oggi tutto tace solo l’acqua scorre tranquillamente sul muro del pianto, semisommerso da nuove colate di detriti, stessa fine che stanno facendo i bagni chimici del cantiere abbandonato
Il Movimento 5 Stelle La Spezia chiederà formalmente la convocazione dell’apposita Commissione Consiliare per audire:
– l’Amministrazione in merito al cronoprogramma dei lavori,
– i progettisti per conoscere nel dettaglio i particolari del progetto di sistemazione della frana,
– i rappresentanti del Comitato di cittadini per conoscere come stanno le cose tra Via Marconi e Via Montalbano,
– i tecnici addetti al monitoraggio per sapere nel dettaglio ad oggi come si muove il corpo franoso
– ed infine per sapere se effettivamente esiste un progetto per una galleria paramassi da parte del Comune e se sussistono i presupposti per realizzarla.
Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle
Ivan Mirenda, Carlo Colombini, Marcella Ariodante, Terenzio Dazzini
Advertisements
Annunci
Annunci