Teatro Civico della Spezia: Stagione Ragazzi e a Teatro con la Scuola

LA SPEZIA – Il teatro cittadino si appresta ad inaugurare il nuovo programma dedicato ai piccoli, alle loro famiglie e alle scuole , racchiuso in un calendario eventi.

Riconfermata la formula vincente delle due rassegne di Teatro Ragazzi del Civico, “Le domeniche a teatro” e “A teatro con la scuola”, per il terzo anno consecutivo il Teatro cittadino apre le porte alle produzioni liguri. Tutti gli ospiti del programma di Teatro Ragazzi 2015 – 2016, infatti, sono provenienti dalla nostra regione con un accento sempre più marcato alle produzioni spezzine, che si fanno riconoscere per il valore tecnico e artistico sempre maggiore. Saranno, infatti, sul palcoscenico del Civico: “Educardanzando a teatro. Carbonesorpresadiamante. Passaggi e tracce” di e con Centro Studi Danza di Loredana Rovagna e Di.Da. Dimensione Danza (9 e 10 febbraio);  “L.E.O. Leonardo the Environment Observer” dell’Associazione Labulé (14 e 15 febbraio); “Il Barone Rampante. (soap opera rock) liberamente tratto dal romanzo di Italo Calvino” dell’Associazione Four Step Choir (6 e 7 marzo);  “I Giardini di Mauthausen” per la regia di Davide Faggiani e tratto dall’omonimo libro dello scrittore spezzino Alessandro Golinelli e con la collaborazione del Conservatorio della Spezia “G. Puccini” (29 gennaio).

La maggior parte degli spettacoli in calendario sono collocati sia nella rassegna domenicale sia in quella dedicata agli Istituti scolastici spezzini e non solo.

La Stagione Teatro Ragazzi 2015 – 2016 si aprirà con “Questa zebra non è un asino”, primo appuntamento de “Le domeniche a teatro”, in agenda la domenica 29 novembre alle 16. Il primo evento della rassegna “A teatro con la scuola” sarà varata lunedì 30 novembre alle 10, con la replica per le scuole dello spettacolo “Questa zebra non è un asino”.

Venerdì 20 novembre alle 15.30 la Commissione Teatro aprirà le porte del Civico per incontrare i docenti responsabili del progetto Teatro e per introdurre loro la stagione dedicata ai ragazzi, alle famiglie e alle scuole.

Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 0187 757075 oppure scrivere all’indirizzo mail teatro.civico@laspeziacultura.it .

La Cassa del Teatro Civico è aperta dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12 e anche il mercoledì pomeriggio dalle 16 – 18.

Ecco qui di seguito il programma della Stagione Ragazzi 2015 – 2016 al Teatro Civico:

LE DOMENICHE A TEATRO

DOMENICA 29 NOVEMBRE ore 16

Fondazione Teatro dell’Archivolto

QUESTA ZEBRA NON E’ UN ASINO

La storia di una amicizia più forte della guerra

di e con Giorgio Sacramuzzino

Abbiamo voluto con questo spettacolo proporre una riflessione sulla condizione dell’infanzia e della adolescenza nelle regioni dove ancora oggi persiste un conflitto armato. La Striscia di Gaza è emblematica in tal senso, da un lato perché è una zona abitata da un’altissima percentuale di giovani, più della metà della popolazione, e dall’altra perché l’informazione su quello che accade in quella terra così isolata, quando arriva da noi, spesso non è esaustiva.

Abbiamo cercato anche di riflettere su quanto noi paesi occidentali, attraverso le organizzazioni istituzionali, stiamo facendo per tutelari i minori nei paesi di guerra. Inevitabilmente abbiamo preso in esame la Convenzioni che l’Organizzazione Mondiale delle Nazioni Unite ha redatto il 20 Novembre 1989 e che molti paesi hanno sottoscritto. Convenzione spesso trascurata e poco conosciuta e spesso non basta la buona volontà del singolo insegnante per informare, è necessario un maggior impegno istituzionale.

Il teatro può, forse deve, lanciare messaggi forti, naturalmente con leggerezza e divertimento. Un’ora a teatro può essere più accattivante dell’ora di legalità tra le mura scolastiche. Lo spettacolo, in sintesi, vuole proprio essere uno strumento e uno stimolo, al lavoro dell’educatore.

da 5 anni in su  – Ingresso: € 5

DOMENICA 13 DICEMBRE ore 16

Teatro Cargo

COMPLEANNO AFGHANO

“Parole come medicine”

di Ramat SAFI e Laura SICIGNANO

regia di  Laura SICIGNANO

con Ramat SAFI

Uno spettacolo dell’altro mondo.

Questa è la storia vera della vita di un ragazzo, Ramat Safi, scappato da solo dall’Afghanistan. Il testo è stato scritto  a 4 mani da lui stesso con Laura Sicignano.

Ramat è fuggito improvvisamente dal suo Paese perché una notte degli uomini armati sono entrati in casa sua, hanno ucciso suo padre, ferito lui e la madre. Ramat è stato costretto a salire su un camion e partire senza conoscere la destinazione. Ha attraversato da solo Pakistan, Iran, Turchia e Grecia. E’ sbarcato miracolosamente in Italia minorenne dopo un viaggio a piedi durato più di un anno. In Italia è stato accolto in una comunità per minorenni rifugiati, dove ha incontrato tanti altri ragazzi arrivati da tutto il mondo dopo viaggi simili al suo. Qui ha imparato a leggere e scrivere. Ora Ramat è maggiorenne e deve trovare un lavoro e una casa. Ci riuscirà? Resterà in Italia? O continuerà a fuggire?

Che ne sarà di lui?. “Solo Dio lo sa” risponde Ramat.

Dai 10 anni in su – Ingresso: € 5

DOMENICA 31 GENNAIO ore 16

Pandemonium

AAHHMM… PER MANGIARTI MEGLIO!

Un perfetto S-Galateo a tavola!

Lo stare a tavola e le sue regole: il galateo. Rapporto emotivo adulti bambini e ricatti legati all’alimentazione. L’importanza anche emotiva del “cucinare”. Contraddizioni fra ciò che viene insegnato e la realtà quotidiana.

Lo spettacolo viene agito da una coppia attorale nella quale l’attore, che è anche narratore, racconta ed evoca i  suoi ricordi legati alle problematiche alimentari grazie ad una attrice che di volta in volta rappresenta il mondo adulto: mamma (nei suoi diversi aspetti), insegnante, psicologa, cuoca.

Le scene rappresentate sono tutte in chiave ironica e comica,  spesso sotto la forma di “esempi al contrario” modalità che  permette di ricordare più facilmente le cose da fare e quelle da non fare.

Durante lo spettacolo vengono utilizzati tutti gli elementi tipici legati alla cucina e alla tavola: tovaglia, tovaglioli, posate, pentole, bottiglie, bicchieri, piatti e, soprattutto cibi veri.  “Cibi veri” che danno un tocco di forza estrema allo spettacolo, catturando l’interesse degli spettatori. In ordine di entrata si useranno barrette energetiche, minestrone, prosciutto, mela, risotto con le zucchine, patatine, the, biscotti,  fino alla preparazione di una pasta asciutta a partire da farina, uova, acqua e sale, che verrà poi cotta, condita con zucchine e mangiata nel tempo record di 8 minuti sull’ora di spettacolo!

da 5 anni in su – Ingresso: € 5

DOMENICA 14 FEBBRAIO ore 16

Produzione Associazione Labulé

L.E.O.

Leonardo the Environment Observer

con Matteo Di Somma

L.E.O. è un omaggio al desiderio di conoscenza.

Leonardo è un ragazzo con un segno particolare: la curiosità. Una curiosità che fa sognare ad occhi aperti, che non lascia dormire, che rende meraviglioso ai suoi occhi il mondo che lo circonda, perché ogni giorno si trasforma in scoperta.

Tutto è meraviglia e trae forte ispirazione dalla contemplazione di ciò che lo circonda: piante, fiori, alberi, animali, esseri umani, il flusso costante dell’acqua dei fiumi.

In modo particolare lo colpisce il volo degli uccelli. Quale sarà il meccanismo che permette ai piccoli esseri viventi di volteggiare con disinvoltura nell’aria? Qual è il segreto per cui riescono a spiccare il volo e restare sospesi per tanto tempo tra le nuvole? Allora la sua mente si riempie di numeri, di fantasia e si libera nel cielo cercando una spiegazione a tutto questo.

Un pennuto come confidente, un amico speciale che lo accompagnerà in questa sua avventura.

 “Una volta provata l’ebrezza del volo, quando sarai di nuovo con i piedi per terra continuerai a guardare il cielo”. Leonardo Da Vinci.

dai 5 anni in su – Ingresso: € 5

DOMENICA 6 MARZO ore 16

Associazione Corale Four Step Choir

IL BARONE RAMPANTE

(soap opera rock)

liberamente tratto dal romanzo di Italo Calvino

con  Coro Piccoli Fabrizio De Andrè e Pietro Sinigaglia

musiche e direzione Gloria Clemente

laboratorio di teatro a cura di Simone Ricciardi

Musiche dal vivo Onda Libera

Cosimo Piovasco di Rondò, il giovane rampollo di una famiglia nobile ligure di Ombrosa, all’età di dodici anni, in seguito a un litigio con i genitori a causa del suo netto rifiuto di mangiare un piatto di lumache, si arrampica su un albero del giardino di casa per non scendervi più per il resto della vita. Fuga, accettazione della diversità e disobbedienza diventano così per lui una disciplina morale più difficile e rigorosa di quella a cui ci si ribella. Cosimo incontra briganti, ragazzini come lui, nobiltà e povera gente, studia, combatte, si innamora, partecipa alla vita da una certa, necessaria distanza, divenendo nell’immaginario collettivo un piccolo eroe, un poeta, un’intellettuale, un riformatore sociale, una star.. E come le grandi popstar di tutti i tempi sembra voler mantenere i contatti con il mondo esclusivamente alle proprie condizioni, in cui la scelta consapevole si confonde col capriccio, col narcisismo.

La musica più che mai ci guida in questo viaggio fiabesco, ma che, seguendo l’intuizione geniale di Calvino, diventa una chiave di lettura della realtà: Cosimo diventa una vera ‘icona’ e l’umanità il suo pubblico.

Tanto che al  passaggio di una mongolfiera, alla cui cima penzolante una figura scompare all’orizzonte, non sapremo mai se era davvero l’ombra di Cosimo.

O se ancora egli vive, in qualche paradiso esotico, o in un altro ricamo di parole, lungo fili di inchiostro, e corre, corre, e si dipana e avvolge un ultimo insensato grappolo di parole, idee, sogni…

dai 5 anni in su – Ingresso: € 5

A TEATRO CON LA SCUOLA

LUNEDI’ 30 NOVEMBRE ore 10

Fondazione Teatro dell’Archivolto

QUESTA ZEBRA NON E’ UN ASINO

La storia di una amicizia più forte della guerra

di e con Giorgio Sacramuzzino

da 5 anni in su  – Ingresso: € 3,50

LUNEDI’ 14 DICEMBRE ore 10

Teatro Cargo

COMPLEANNO AFGHANO

“Parole come medicine”

di Ramat SAFI e Laura SICIGNANO

regia di  Laura SICIGNANO

con Ramat SAFI

Dai 10 anni in su – Ingresso: € 3,50

VENERDI’ 29 GENNAIO ore 10 e ore 20.45

In collaborazione con Conservatorio  “Giacomo Puccini” della Spezia

I GIARDINI DI MAUTHAUSEN

di Alessandro Golinelli

tratto dal romanzo “L’amore semplicemente” – Frassinelli Editore.

Musiche di Federico Mantovani

Adattamento scenico e regia Davide Faggiani

La storia si ispira a un fatto storico: la fuga di seicento militari russi da un campo di concentramento di Mathausen, avvenuta il 2 febbraio del 1945. Di questi solo otto sono sopravvissuti ai nazisti e agli abitanti della zona. Il fatto viene narrato attraverso gli occhi di due adolescenti, Anna, una studentessa sedicenne che abita vicino a campi, appassionata di erbe mediche, e Il’ja, un prigioniero russo, giardiniere fin da bambino, che lei incontra per caso e di cui si invaghisce. Anna, ingenuamente convinta di poter avere una relazione col giovane prigioniero, lo cerca nelle fattorie dove sa che lui lavora e lo ritrova, anche grazie all’involontario aiuto del padre della sua migliore amica, Ingrid, che si è a sua volta invaghito di lei. Anna si accorge, così, come i campi non siano semplici prigioni e che gli internati vivono in costante pericolo di vita e alla fame. Ma ha ancora la speranza di poter ritrovare il giovane alla fine della guerra.

Il’ja, invece, è un diciassettenne costretto al fronte, catturato e deportato dai nazisti assieme al suo plotone, che lui considera la sua famiglia. Sognatore di natura, Il’ja, dopo aver incontrato Anna non riesce a non pensare a lei, ma la crudeltà del campo, la morte dei compagni, la paura che lo possiede e la disperata lotta per la sopravvivenza sembrano essere emozioni ben più forti di quelle che gli può suscitare una ragazza. Il’ja però è fra i militari che tenteranno la fuga e in lui c’è anche la motivazione di ritrovare Anna, soprattutto dopo che lei gli ha consegnato un disegno per dichiarargli il suo amore. Dopo la fuga, i due giovani, cercandosi, dovranno amaramente accorgersi che le persone di cui pensavano di potersi fidare non sono quello che sono e che il razzismo, la morte e la crudeltà non appartengono solo ai lager.

dai 10 anni in su – Ingresso: Matinee per le scuole € 3,50 ; Serale: intero € 10; ridotto € 5

LUNEDI’ 1 FEBBRAIO ore 10

Pandemonium

AAHHMM… PER MANGIARTI MEGLIO!

Un perfetto S-Galateo a tavola!

da 5 anni in su – Ingresso: € 3,50

MARTEDI’ 9 e MERCOLEDI’ 10 FEBBRAIO ore 10

Centro Studi Danza di Loredana Rovagna

Di.Da. Dimensione Danza

EDUCARDANZANDO A TEATRO

CARBONESORPRESADIAMANTE

passaggi e tracce

di Loredana Rovagna

Collaboratori: Fabrizio Isola, Micol Arena, Roberta Blanchi

Interpreti: Gruppo CSD e tutti gli allievi dei Corsi

Riusciranno danzatori e pubblico a fermare questi pochi attimi di vita insieme e trasformarli in una festa in cui la danza sia regina?

Il bravo presentatore Kranz-Danny ci condurrà nel mondo del teatro per farci conoscere la bellezza della danza in un vortice di azioni sempre diverse, talvolta coinvolgenti lo stesso pubblico che ne diverrà interprete in uno scambio di energie, ritmo ed emozione con i danzatori sul palco.

CarboneSorpresaDiamante contiene le lettere iniziali del Centro Studi Danza che nel suo 39° anniversario presenta il lavoro di costruzione per giungere dalla materia grezza alla sorpresa della meraviglia nella consapevolezza del movimento.

Per la prima volta sulla scena da soli, tutti, dai più piccoli di 6 anni ai più grandi di 17, per regalarci la loro gioia di danzare.

Per tutti – Ingresso: € 3,50

LUNEDI’ 15 FEBBRAIO ore 10

Produzione Associazione Labulé

L.E.O.

Leonardo the Environment Observer

con Matteo Di Somma

dai 5 anni in su – Ingresso: € 3,50

LUNEDI’ 7 MARZO ore 10

Associazione Corale Four Step Choir

IL BARONE RAMPANTE

(soap opera rock)

liberamente tratto dal romanzo di Italo Calvino

con  Coro Piccoli Fabrizio De Andrè e Pietro Sinigaglia

musiche e direzione Gloria Clemente

laboratorio di teatro a cura di Simone Ricciardi

Musiche dal vivo Onda Libera

dai 5 anni in su – Ingresso: € 3,50

Advertisements
Advertisements
Advertisements