Acciughe, scatta il fermo biologico per i pescatori liguri. Attenzione a quelle vendute per “nostrane” nei prossimi mesi

LA SPEZIA – Coldiretti Impresa Pesca Liguria annuncia che le imbarcazioni della nostra regione operanti nel settore della pesca dell’acciuga si sono arrestate per il loro periodico e tradizionale fermo biologico invernale che durerà fino ai primi mesi del prossimo anno.

“Questo fermo volontario – spiega Daniela Borriello, responsabile regionale Coldiretti Impresa Pesca -, che è sempre stato effettuato dai pescatori liguri e non è remunerato dallo Stato, scaturisce dal rispetto delle tradizioni locali e dalla presa di coscienza che l’attività di pesca debba passare da una buona gestione della risorsa evitando che avvenga la cattura accidentale delle piccole acciughe presenti nel nostro mare in questo periodo.

Invitiamo i consumatori a interrogare i venditori sulla provenienza delle acciughe nel caso siano vendute per nostrane. Nella tutela della corretta informazione al consumatore, avviseremo tempestivamente quando riaprirà la stagione della pesca in Liguria”.

Advertisements
Annunci
Annunci