Ospedale Sant’Andrea, eccezionale intervento in videolapascopia

LA SPEZIA– Il 28 ottobre 2015, presso il blocco operatorio dello stabilimento ospedaliero Sant’Andrea di La Spezia, è stato effettuato dall’equipe del Dr. Stefano Berti, Direttore della Struttura Complessa di Chirurgia Generale, un delicatissimo intervento, per la prima volta praticato in videolaparoscopia, di resezione completa dell’epato-coledoco, del confluente biliare e della parte prossimale del dotto epatico di destra e di sinistra, colecistectomia, bisegmentectomia IVb e V, linfoadenectomia regionale, con successiva ricanalizzazione biliodigestiva con bi-dutto epatico-digiuno anastomosi su ansa defunzionalizzata alla Roux.
Il paziente è stato dimesso in XII giornata dopo un decorso che ha esclusivamente presentato la comparsa di un addensamento polmonare, prontamente risolto dopo consulto infettivologico.

Non ci sono, ad oggi, testimonianze in letteratura sia nazionale che internazionale (Chocrane Library, Pubmed) dell’effettuazione di tale tipo di intervento completamente in videolaparoscopia. Infatti, sebbene unicamente dall’ oriente (Cina e Korea) giungano report e case series sul trattamento mininvasivo di lesioni delle neoplastiche delle vie biliari, endemiche in quelle zone del globo, nessuno cita l’associazione di un’importante resezione epatica (bisegmentectomia) né tanto meno l’esecuzione di un’anastomosi intraepatica siffatta (epatico-bidutto-digiuno anastomosi), sino ad oggi ritenuta possibile solo “a cielo aperto”.

L’intervento è stato possibile anche grazie alla preziosa collaborazione del personale dei reparti di Medicina di Sarzana, Radiologia Interventistica e Endoscopia Digestiva, Rianimazione, Malattie infettive e i tecnici del blocco operatorio.
Questo intervento giunge dopo altre “anteprime mondiali” praticate dalla SC di Chirurgia di ASL5 in questi anni:
• Mesopancreasectomia (o intervento di Beger o Central pancreatectomy) completamente videolaparocopica;
• Epatectomia destra allargata al segmento IV a, resezione completa dell’epatocoledoco e della placca ilare, epatico sinistro-digiunoanastomosi associate a colectomia superiore sinistra e ricanalizzazione primaria;
• Gastro-duodenoplastica secondo Finney Videolaparoscopica.
Gli interventi citati riguardano il distretto epato-bilio-pancreatico e gastrico, di cui la SC di Chirurgia generale è referente per il trattamento mininvasivo.
Si segnala la casistica più alta in Italia per il trattamento laparoscopico delle neoplasie esofago-gastriche: 127 casi.

Advertisements
Annunci
Annunci