Monumento all’Alpino: omaggio della vedova di uno dei sopravvissuti

LA SPEZIA– Sul Molo Italia è stato posato un vaso di fiori bianchi sul basamento del Monumento all’Alpino. Il dono, accompagnato da un biglietto, vuole ricordare i marinari morti nel 1943, quando il cacciatorpediniere Alpino affondò nelle acque spezzine nel corso di un bombardamento. Gran parte dell’equipaggio morì: tra i sopravvissuti, ci fu il marinaio Guido Santi, di Fogliano Redipuglia, “miracolato dal mare e da Dio“, Cavaliere e Presidente Emerito, molto il 19 gennaio 2008.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

A ricordarlo, la vedova.

Davvero un bel gesto, che rende omaggio ai morti di uno degli avvenimenti più drammatici della storia spezzina.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Da spezzini, ringraziamo la vedova Santi per questo omaggio e ci auguriamo che, se dovesse ritornare nella nostra città, possa trovare il Monumento in condizioni migliori… perché di questo pezzo di storia sembra non interessare a nessuno.

(Già in passato abbiao dedicato spazio alle condizioni di disagio in cui versa il Monumento: Monumento all’Alpino, degrado e ruggine; Monumento all’Alpino: si poteva restaurare per la Festa della Marineria e invece… ).

Advertisements
Annunci
Annunci