Salute, carcinoma mammario, ass Viale: via alle breast unit per un approccio integrato della prevenzione e cura del tumore al seno.

GENOVA– Via alle Breast Unit, centri di senologia per la prevenzione e cura del tumore al seno. Sono stati varati  dalla Giunta regionale su proposta della vicepresidente e assessore alla sanità Sonia Viale, attraverso un documento tecnico che definisce i criteri per l’individuazione dei centri.  “In Liguria – spiega la vicepresidente Vialea breve avremo la costituzione delle Breast unit nel rispetto dei tempi previsti dall’Unione Europea. Abbiamo definito i criteri per l’individuazione dei centri e tra questi: un bacino minimo di  250 mila abitanti, almeno 150 interventi per struttura chirurgica e 50 per singolo operatore”.
Secondo un recente documento della rete oncologica ligure, il carcinoma mammario corrisponde a circa il 25% delle diagnosi di tumore ed è la prima causa di morte. “L’incidenza di questo tipo di tumore è in crescita – spiega la vicepresidente – mentre la mortalità è in riduzione, grazie all’applicazione di screening e terapie postoperatorie. Un approccio integrato alla malattia, anche attraverso lo stretto coinvolgimento delle associazioni di volontariato, può costituire una modalità efficace, sia nella sensibilizzazione preventiva alla patologia, sia nella presa a carico della paziente che nel centro senologico trova un’assistenza multidisciplinare su tutto il percorso, fino alla ricostruzione della mammella”.

breast

Le breast unit sul territorio verranno individuate con un successivo provvedimento della giunta.

 

Advertisements
Advertisements
Advertisements