Quartieri del Levante: “l’Autorità Portuale non rispetta l’ambiente”.

LA SPEZIA–  Pare che nella nostra città vada di moda considerare il potere dell’Autorità Portuale come decisivo per le future sorti del nostro territorio Golfo-costa per ciò che riguarda lo sviluppo occupazionale.
Ma è purtroppo venuto a mancare il valore fondamentale in questo modello di porto in rapporto col mare così come lo vede la Autorità Portuale, ovvero il rispetto dell’ambiente, la prevenzione sulla salute dei cittadini tutti ma si tende a colorare di rosa le pagine giornaliere dei media e di molti quotidiani cittadini (non tutti per fortuna), nascondendo la realtà, ovvero che la nostra salute è a rischio.
Ed è per questo che partiamo con una considerazione che è la seguente: la città dovrebbe smettere di sentire annunci e proposte a senso unico sulla portualità cittadina ed ascoltare anche l’altra faccia della medaglia, ovvero coloro che lavorano e risiedono nei quartieri adiacenti al porto commerciale i quali, beninteso, non sono contro il porto.
Proprio così: non sono contro, ma chiedono il rispetto per la sostenibilità ambientale che la legge aveva loro garantito: ma sono in realtà contro gli annunci, ormai quasi quotidiani, di un’Autorità Portuale che ha cancellato dai suoi impegni la qualità della vita.

Ecco perché da sempre abbiamo espresso giudizi negativi sull’operato di questa Autorità Portuale che, peraltro, ha un presidente che, secondo la legge, non poteva essere nominato perché mancavano le caratteristiche essenziali (Il Consiglio di Stato (sentenza n. 4768 del 26/9/2013) ha affermato quanto segue:
“Ai sensi dell’art. 8, comma 1°, legge n. 84/1994, possono aspirare alla presidenza di Autorità portuali quanti dimostrino una comprovata qualificazione professionale nei settori dell’economia dei trasporti e portuale”.).

E qui, come si suol dire, casca l’asino: non era titolato perché mancavano doti essenziali. ma è campione di decisionismo, di mancata partecipazione e di proposte disastrose contro l’ambiente, che finiranno col rovinare totalmente il nostro povero, piccolo e da noi molto amato Golfo.

Per i quartieri del Levante Rita Casagrande e Franco Arbasetti

Advertisements
Annunci
Annunci