Presidio pro-sanità del MoVimento 5 Stelle: “sbucano” le bandiere del PD

SARZANA– Molti gli attivisti coinvolti e centinaia di firme raccolte: è positivo il bilancio dei primi giorni di presidio del MoVimento 5 Stelle presso l’Ospedale San Bartolomeo di Sarzana, per chiedere che la Regione Liguria rispetti gli impegni presi nell’agosto scorso, quando Sonia Viale promise che sarebbe ripresa la somministrazione di cure antitumorali. Presenti al presidio il consigliere comunale Valter Chiappini (che, essendo infermiere, conosce benissimo la situazione della Asl5, alla quale non ha mai risparmiato forti critiche) e Francesco Battistini, consigliere regionale.
All’Ospedale di Sarzana, dicono i due consiglieri, c’è tutto: spazio, poltrone, medici e personale. Non ci sarebbe alcun aggravio di costi, ma solo benefici per i pazienti. E allora perché ancora non si è fatto nulla? Mancanza di volontà o altro? La protesta andrà avanti a oltranza, finché non verrà fatto sapere quando realmente inizieranno le cure.

Grande curiosità e molta ironia ha suscitato la solitaria presenza del consigliere regionale PD Juri Michelucci, che in volantino chiede di “salvaguardare la dignità dei pazienti“e di “tutelare l’ospedale di Sarzana“. Peccato che fino a pochi mesi Michelucci fosse assessore alla sanità del comune di Sarzana. E peccato che, sempre fino a pochi mesi fa (e da 10 anni), la Liguria fosse governata proprio dal PD…

PB090045

 

Advertisements
Annunci
Annunci