Le discariche della centrale Enel

LA SPEZIA Sono già molti anni che la V Circoscrizione prima ed i Quartieri del levante dopo, hanno denunciato l’uso delle discariche Enel nel territorio provinciale. Ci fu un periodo in cui le ceneri venivano, in piccola quantità, scaricate nella discarica di Saturnia, poi nella zona dei Laghetti  della centrale; il Ministero dell’ambiente intervenne e, per legge, impedì l’uso di qualsiasi  discarica con conseguente ordinanza di bonificare (mai rispettata) e fu allora che scaturì l’azione di revisione dell’intesa Comune-Enel per ciò che riguarda la discarica di Vallegrande.

In seguito, più e più volte associazioni ambientaliste, comitati ambientalisti della Val di Vara, di  Borghetto Vara e i comitati e coordinamenti cittadini segnalavano il gravissimo uso della discarica di Mangina (Borghetto Vara) nella quale si scaricavano rifiuti e ceneri della centrale Enel di Vallegrande.

Ci sono voluti anni  e molte verifiche prima che si capisse finalmente la gravità della situazione e la totale inefficienza dei controlli preventivi sul territorio sia della bellissima Val di Vara come dell’analoga situazione, ma si continua a rimanere inattivi nella zona del Levante cittadino, ovvero nel Golfo dei Poeti che, invece di essere protetto, viene gravemente  danneggiato quotidianamente.

Per i Quartieri del Levante

Franco Arbasetti e Rita Casagrande

Advertisements
Annunci
Annunci