Sciopero lavoratori della grande distribuzioni, alta adesione

LA SPEZIA– Una grande adesione di lavoratori ha caratterizzato lo sciopero odierno dei lavoratori della grande distribuzione indetto dalle categorie del commercio di CGIL, CISL e UIL. Molto partecipato anche il presidio di fronte al centro commerciale de Le Terrazze.

Ecco alcuni dati in percentuale delle adesioni allo sciopero:

Ipercoop La Spezia e Sarzana: 80%

Coop Via Saffi, Faro e Monteverdi: 80%

Metro: 50/60%

Decathlon: 60%

Limoni 50%

Sostegno alla manifestazione arriva anche da Rifondazione Comunista.

Rifondazione Comunista Liguria sostiene convintamente la mobilitazione e lo sciopero dei lavoratori e delle lavoratrici della grande distribuzione di oggi sabato 7 novembre, promosso dalle organizzazioni sindacali del settore, per il contratto e contro l’attacco ai diritti e al salario.
Lo sciopero ha una valenza importante per tutto il mondo del lavoro perché avviene in un settore dove da anni vige la più feroce guerra tra i poveri, scaricata in particolare su giovani e donne, attuata con salari da fame, con flessibilità e precarietà selvagge. Una guerra tra i poveri voluta dai grandi gruppi e tutta “casalinga”, perché il settore non è certo esposto alla concorrenza internazionale. Per sostenere fino in fondo le ragioni dei lavoratori e delle lavoratrici, Rifondazione Comunista lancia a partire dal 7 novembre una campagna di boicottaggio dei supermercati, invitando i consumatori a non fare la spesa nei supermercati che non vogliono applicare il nuovo contratto e non vogliono aumentare i salari da fame che caratterizzano il settore. Solo un’alleanza tra lavoratori e consumatori può piegare l’arroganza delle grandi multinazionali della distribuzione.

Advertisements
Annunci
Annunci