“Parole opere e omissioni” all’Urban Center sabato 14

LA SPEZIA– Sabato 14 novembre si terrà all’Urban Center di La Spezia l’incontro “Parole opere e omissioni”, un coinvolgente viaggio tra “celibato obbligatorio” e “pedofilia clericale” fino agli ultimi casi giudiziari italiani ancora aperti. Introduce l’incontro Antonio Lombatti, storico e scrittore, autore di diversi libri sul tema tra cui “La moglie del monsignore”.
L’incontro continuerà con l’intervento di Francesco Zanardi, vittima di abusi e oggi presidente della Onlus Rete L’ABUSO, che parlerà del trauma della pedofilia, spesso sottovalutato perché sconosciuto ai più tanti, banalmente ridotto ad un atto disgustoso, il rapporto sessuale tra un adulto ed un bambino.

LOCANDINA-xxxxxx

Ma che cos’è che provoca il trauma e perché questo emerge solo dopo tanti anni? Perche la pedofilia clericale ha in iter diverso da quella commessa in famiglia o in altri luoghi e perché così tanti preti diventano pedofili? Cercheremo di rispondere a tutte queste domande e comprendere insieme come prevenire questi reati che devastano irreparabilmente la vita delle vittime e delle loro famiglie.
Alla fine dell’incontro sarà proiettato il film documento di Silvia Luzi e Luca Bellino girato in Italia e presentato al Bif&st di Bari. Prodotto da Tfilm e distribuito da Press TV, trasmesso in più di 40 paesi, ma inedito in Italia.

L’evento organizzato da UAAR sarà trasmesso in diretta televisiva e proiettato in tutti i circoli che aderiscono all’iniziativa. Chi per motivi di distanza non potrà raggiungere l’Urban Center di La Spezia potrà comunque seguire l’incontro intervenendo con delle domande tramite la chat (LiveStream , Twitter, Facebook) attiva sui due canali Web TV ai seguenti indirizzi;

http://retelabuso.org/rete-labuso-live-tv/

http://original.livestream.com/retelabuso

Advertisements
Annunci
Annunci