Martedì 3 novembre l’Associazione Mediterraneo festeggia i sette anni di attività

LA SPEZIA- L’Associazione Culturale Mediterraneo continua il suo lavoro di riflessione e di confronto sull’attuale modello di convivenza multiculturale, alla luce di fenomeni drammatici come le grandi migrazioni e i nuovi fondamentalismi, e sullo stato attuale e sulle prospettive future del rispetto dei diritti umani, in primis il diritto di asilo e quello a spostarsi dove si può vivere, e della pacifica convivenza tra fedi e culture diverse in Italia e nel Mediterraneo. Occasione della riflessione e del confronto è il libro dell’attivista e scrittore Gianluca SoleraRiscatto Mediterraneo”, un reportage letterario sui movimenti, dalla Primavera Araba agli Indignados, che hanno riportato il Mediterraneo al centro dei grandi cambiamenti della storia. Insieme all’autore saranno presenti Afef Hagi, ricercatrice tunisina, autrice di studi sui conflitti sociali e sul ruolo della donna nel Mediterraneo, e Ahmad Sadiddin, ricercatore siriano, esperto di politiche agricole, attivista contro il regime siriano di Assad.

L’iniziativa del mattino si svolge in collaborazione con la Consulta Studentesca Provinciale.

Nell’iniziativa del pomeriggio l’Associazione festeggerà i suoi sette anni di attività: la prima iniziativa si tenne infatti il 3 novembre 2008, con il “maestro di strada” Marco Rossi-Doria. Da allora l’Associazione ha organizzato, compresi i due incontri del 3 novembre, 173 iniziative, con oltre 17.000 presenze.

Martedì 3 novembre, ore 10:30 in Sala Dante e alle 17 all’Urban Center.

 

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci