Il Comitato Sarzana, che Botta! chiede al Sindaco Cavarra commissione di alto livello sul PUC

Al sindaco di Sarzana

Alessio Cavarra

All’assessore all’urbanistica

Massimo Baudone

Al presidente del Consiglio comunale

Avv. Paolo Mione

Oggetto: Commissione di concorso per incarico redazione nuovo PUC

Abbiamo appreso dai giornali che l’Amministrazione sta predisponendo il bando di concorso per l’assegnazione dell’incarico per la redazione del nuovo Piano Urbanistico comunale. Riteniamo di dover riproporre all’attenzione della Giunta e del Consiglio comunale alcune delle proposte che avanzammo quattro anni orsono nell’ambito del confronto sulle Linee guida per il nuovo PUC e che ancora sono consultabili nella bacheca della sezione Urbanistica del sito Internet del Comune.
La prima concerne la composizione della commissione giudicatrice: chiedevamo allora e ribadiamo più convintamente oggi che sia composta da figure di alto profilo tecnico, possibilmente scelte nel mondo accademico e dell’INU (istituto nazionale di urbanistica). Ribadiamo questa istanza nella consapevolezza che più è qualificata la commissione, più alta è la probabilità di avere partecipanti al concorso di un alto livello. Bravi urbanisti si sentirebbero più garantiti in termini di trasparenza, indipendenza, imparzialità dalla presenza in commissione di personalità di alto profilo tecnico. Ma anche i cittadini sarzanesi si sentirebbero garantiti rispetto a pratiche “familistiche” di assegnare incarichi pubblici.

La seconda è di affidare a istituti universitari l’analisi dello stato del nostro territorio, il censimento degli immobili invenduti, delle superfici agricole utilizzate e abbandonate, un censimento del patrimonio storico, architettonico e ambientale, un’analisi aggiornata dei flussi di traffico, affinché assieme al nuovo PUC si possa predisporre un Piano urbano del traffico da troppo tempo rinviato.
Un’ottima base di partenza sul consumo di suolo potrebbe esser lo studio dell’universitaria sarzanese Debora Tonazzini, presentato al recente convegno di Legambiente.

Le proposte di allora rimasero senza risposta, anche perché la precedente amministrazione congelò l’idea di predisporre un nuovo Piano urbanistico. Confidiamo che ora si riapra il confronto.

(Comitato Sarzana, che Botta!)

Advertisements
Annunci
Annunci