Calice al Cornoviglio, entro fine anno il bando per la realizzazione dell’ospedale psichiatrico giudiziario

CALICE AL CORNOVIGLIOAndrea Costa (Gruppo Misto-Ncd Area Popolare), presidente della Commissione Ambiente-Territorio e Stefania Pucciarelli (Lega Nord Liguria-Salvini) , presidente della Commissione Attività produttive questa mattina hanno preso parte all’incontro con l’assessore alla sanità Sonia Viale e il sindaco di Calice al Cornoviglio, Mario Scampelli che ha consentito la stipula della convenzione che permetterà entro la fine dell’anno di dare il via al bando per la realizzazione della REMS, l’unico ospedale psichiatrico giudiziario della Liguria.

Come anticipano Costa e Pucciarelli, la convenzione, che oltre a Regione e Comune coinvolgerà anche l’Asl 5, prevede che il ribasso d’asta venga utilizzato per migliorare le opere infrastrutturali ed in particolare, quindi, una strada comunale che è rimasta interrotta dopo l’alluvione del 2011. La strada non è funzionale soltanto alla struttura, che altrimenti sarebbe servita soltanto da una provinciale non in buone condizioni, ma anche a diverse frazioni della zona (Santa Maria, Borseda, Debeduse e Villagrossa), assicurandone il collegamento con il vicino Comune di Rocchetta Vara e la provincia di Massa. «A volte sono sufficienti buona volontà e buon senso per risolvere questioni annose, che creano pesanti disagi ai cittadini» , ha commentato Costa che nelle scorse settimane ha effettuato sopralluoghi in zona.«E’ importante – commentano i due consiglieri – che le risorse risparmiate siano vincolate per il territorio».

Costa e Pucciarelli esprimono soddisfazione «per l’accordo raggiunto perché la struttura REMS rappresenta un risposta tangibile data al territorio dalle istituzioni. – dicono – Le REMS sono dotate di tutte le caratteristiche di sicurezza e sono inserite in un programma di riabilitazione sanitaria gestito dai Dipartimenti per la salute mentale della Asl in stretto contatto con l’autorità giudiziaria». I due consiglieri sottolineano anche che la creazione di questa nuova struttura permetterà di avere la garanzia di ricadute occupazionali e, come detto, di ripristinare la viabilità dell’intera zona. L’apertura della REMS, inoltre – come sottolineano Costa e Pucciarelli – scongiurerà la paventata chiusura della caserma dei Carabinieri di Calice.

Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco di Calice, Mario Scampelli: «Si è trattato di una riunione davvero proficua: si procede concretamente verso la realizzazione della struttura e nel contempo si è trovata una soluzione per le opere infrastrutturali ed in particolare per la strada comunale, di vitale importanza per il nostro territorio».
La REMS, com’è noto, sorgerà nell’ex colonia di Santa Maria e per la sua realizzazione viene erogato un finanziamento di circa 4 milioni di euro dal ministero alla Regione e, quindi, all’Azienda sanitaria locale, committente del bando di gara. E’ già stata completata tutta la parte riguardante l’iter autorizzativo dell’opera.

Advertisements
Annunci
Annunci