Ignazio Marino NON è indagato. Possibile il ritiro delle dimissioni.

ROMA – Ignazio Marino non molla, come riporta ItaliaOra.net, anzi rilancia e apre uno spiraglio sull’eventuale ritiro delle dimissioni.

“Non sono indagato”, ha dichiarato Marino pochi minuti fa durante una conferenza stampa in Campidoglio, “mi sono dimesso per estremo rispetto verso l’autorità giudiziaria e volevo presentarmi di fronte ad essa dimissionario per chiarire i fatti che mi riguardano. Così come prevede la legge e come scritto nella mia lettera di dimissione ho 20 giorni di tempo per fare opportune riflessioni e verifiche”.

Enzo Musco, legale di Marino e accanto a lui in conferenza stampa, riferendosi al colloquio di ieri in Procura sul caso scontrini, ha dichiarato che “il sindaco ha dato spiegazioni più che convincenti, che riabilitano la sua figura. Il grande merito del sindaco è aver raccolto una quantità enorme di soldi per il restauro dei monumenti: ha dimostrato ai magistrati di aver raccolto 10 milioni di euro e con orgoglio lo ha rivendicato. Marino ha dato spiegazioni più che convincenti, è entrato in Procura da persona informata dei fatti e ne è uscito come persona informata dei fatti. Non è iscritto nel registro degli indagati”.

Advertisements
Annunci
Annunci