Fai Giovani, il nuovo gruppo presentato a La Spezia il 3 ottobre

 LA SPEZIA- Nasce a La Spezia il Gruppo  FAI Giovani. E’ questa la nuova iniziativa della Delegazione FAI della Spezia, nella persona del Capo Delegazione, dottoressa Marinella Curre Caporuscio. L’obiettivo è quello  di sensibilizzare ed avvicinare i giovani  di età compresa tra i 18 e i 40 anni ai principi e agli obiettivi di  rispetto, salvaguardia e tutela del patrimonio artistico, storico, paesaggistico ed ambientale del Territorio Spezzino.
Il nuovo gruppo verrà presentato sabato 3 ottobre alle 17:30 presso il Museo Etnografico, via del Prione 156, a La Spezia. Qui dopo il saluto introduttivo della Capo Delegazione dottoressa Marinella Curre Caporuscio, verrà inaugurata una mostra fotografica sulla città.

Quattro giovani  fotografi  non professionisti,  Marta Lucchi, Giuseppe Faggioni, Jacopo Maugeri, Stefano Vegnuti , parte del lavoro dei quali  è ispirata alle parole del giovane creativo Lorenzo  Traggiai,  racconteranno La Spezia,  loro Città,  svelandone la bellezza  monumentale, architettonica, paesaggistica  e  delle tradizioni,  ognuno  tramite il proprio personalissimo stile e punto di vista.  Le 25  foto in esposizione sono solo un significativo  assaggio del ben più ampio lavoro compiuto dai ragazzi che verrà  proiettato durante la conferenza di presentazione del Gruppo.

Al termine brindisi inaugurale. L’evento è gratuito.

Possibilità di iscriversi al FAI in loco a quota di benvenuto FAI Giovani: 10€ dai 18 ai 25 anni e 20€ dai 26 ai 40 anni.

Per informazioni: faigiovani.laspezia@fondoambiente.it

Il Gruppo Giovani della Delegazione FAI della Spezia vedrà la presenza di giovani che mettono a disposizione il loro tempo, la loro formazione e la loro professionalità in modo volontario, per realizzare eventi e progetti che diventino momenti di convivialità e di riflessione sulla cultura e sull’ambiente.                                                 Il FAI Fondo Ambiente Italiano  è una Fondazione senza scopo di lucro, che persegue l’obiettivo di promuovere in concreto una cultura di rispetto della natura, dell’arte, della storia e delle tradizioni d’ Italia al fine di tutelare un patrimonio che è parte fondamentale delle nostre radici e della nostra identità e  fin dalla sua nascita nel 1975 ha salvato, restaurato ed aperto al pubblico importanti testimonianze del patrimonio artistico e naturalistico italiano, vigilando sulla tutela dei beni paesaggistici e culturali, nello spirito dell’art. 9 della Costituzione.

Advertisements
Annunci
Annunci