Guerri: “Area verde lasciata incompiuta alla Gira”

LA SPEZIA– Il consigliere comunale Giulio Guerri, capogruppo della lista civica “Per la Nostra Città“, ha presentato una nuova interrogazione, corredata di allegati fotografici, per documentare lo stato di degrado in cui versa quella che avrebbe dovuto diventare l’area verde della Gira. “Qui da anni – sottolinea Guerri – la popolazione attende che sia realizzata un’area pubblica a disposizione della cittadinanza che era prevista fra gli impegni a carico dell’impresa a cui era stato rilasciata la licenza edilizia per la costruzione del complesso abitativo in prossimità dell’incrocio fra via Maggiano e via Genova. Per oltre dieci anni questo impegno è risultato disatteso, tanto da comportare la necessità, nel recente passato, di ripetute interrogazioni da parte del sottoscritto, atte a sollecitare il sindaco e la giunta a garantire la realizzazione di un’opera di pubblica utilità rientrante fra gli obblighi contratti dai privati nei confronti del Comune e quindi della collettività. Quest’anno finalmente – prosegue Guerri sembrava che l’obiettivo potesse considerarsi raggiunto, dato che i lavori per la creazione di quest’area verde erano partiti, seppur lentamente, a detta dei residenti.  Questi lavori, però, sono stati sospesi dopo la messa in opera di alcuni elementi come i tavolini, il percorso pedonale, alcuni giochi per i bambini e i pozzetti per i punti luce. Attualmente l’area è inaccessibile e abbandonata all’incuria. Anche perché non si è provveduto ai necessari interventi di sfalcio e decespugliamento. Al problema del persistente degrado nel luogo da anni avrebbe dovuto essere disponibile un’area per il divertimento dei bambini e l’aggregazione sociale (tanto più utile, alla luce dello sviluppo urbanistico e demografico registratosi nella zona nell’ultimo decennio) si aggiunge il rischio di un nuovo spreco di risorse.”

2015-09-14 13.14.10

Guerri, nell’interpellare il sindaco, gli chiede per quale motivo i lavori siano stati interrotti, con quale denaro sono stati programmati gli interventi per la realizzazione dell’area verde (se siano cioè a carico o meno dei costruttori, come previsto dall’atto di sottomissione), quale sia il costo preventivato per l’opera, quanti soldi sono stati spesi finora, cosa abbia fatto o intenda fare il Comune per fare sì che l’opera venga portata a termine, quali tempi preveda per il completamento dei lavori e se il Comune è in grado di assicurare che questo possa comunque avvenire senza costi a carico della collettività ma attraverso la pretesa del rispetto degli obblighi assunti dai privati. Guerri chiede inoltre che nel frattempo l’amministrazione si attivi per la pulizia degli spazi pubblici di sua competenza in loco e la riapertura della scaletta, oggi in praticabile, concepita per abbreviare il percorso pedonale fra i nuclei abitativi a monte e a valle del muraglione della Gira.

2015-09-14 13.20.26

Advertisements
Annunci
Annunci