Mario Bonelli, cittadino di Vezzano Ligure, vince il primo round contro le Ferrovie dello Stato per l’inquinamento acustico

VEZZANO LIGURE– Vittoria al primo round  nella causa intentata dal sottoscritto nei confronti delle Ferrovie dello Stato, grazie soprattutto allo Studio legale Giromini Roberto, che ha preparato e presentato con grande maestria, a gennaio 2015, il ricorso. Infatti l’0rdinanza, firmata dal giudice Nella Mori -Tribunale della Spezia- condanna il gruppo Ferrovie dello Stato a installare barriere-antirumore per l’abbattimento dell’inquinamento acustico da treno presso la mia abitazione.

La mia battaglia, iniziata nel 2007  si compone di un numero interminabile di  comunicazioni epistolari con le Ferrovie dello Stato, di incontri  con i funzionari di Pisa, di numerose telefonate a Roma con i responsabili    
dell’ufficio legale, nonché  da un esposto fatto in Procura della Spezia  nei confronti del Sindaco del Comune di Vezzano, quale responsabile della salute dei cittadini, di  ben tre  mediazioni presso la Camera di Commercio della Spezia, alle quali non sono mai intervenuti  le ferrovie  il Comune di Vezzano.
Tutto questo senza che abbia portato ad alcun risultato. Solo il ricorso d’urgenza è stato pienamente accolto dal giudice, che ha condannato il gruppo ferrovie dello Stato (dice la sentenza) a  “attuare
immediatamente le barriere fonoassorbenti/antirumore e a rifondere alla parte ricorrente le spese del procedimento in 300 euro per rimborso spese ed euro 3000,00 per compenso oltre accessori di legge”. La sentenza detta:  “ ..essendo pacifico che il piano di risanamento acustico è finalizzato alla salvaguardia del diritto alla salute, deve trarsi la logica conclusione che la situazione ambientale in cui vivono i ricorrenti è connotata da estrema gravità e quindi urgenza…...”

Mario Bonelli cittadino del Comune di Vezzano Ligure

Advertisements
Annunci
Annunci