Notte Europea dei Ricercatori, X anniversario il 25 settembre

LA SPEZIA– Per celebrare il decimo anniversario de La Notte Europea dei Ricercatori in Italia centinaia di ricercatori di Università e Centri di ricerca pubblici e privati della Liguria hanno organizzato per venerdì 25 settembre 2015 una serata ricca di eventi e spettacoli, laboratori e giochi, esperimenti e concerti.

Dalle nanotecnologie alla robotica, dalla vita dell’homo sapiens alla meteorologia ed alle scienze della terra, dalla crittografia alla botanica, dalle profondità del mare all’infinito della volta celeste il pubblico sarà accompagnato alla scoperta di quanto la ricerca determini e influenzi la vita di tutti i giorni e le prospettive per il nostro futuro.
I ricercatori si metteranno in gioco non solo spiegando e dimostrando con laboratori ed esperimenti i contenuti delle loro scoperte, ma anche rendendosi protagonisti di spettacoli e concerti, con l’entusiasmo e il coinvolgimento che è stato il principale motivo del successo della manifestazione e del crescente gradimento di pubblico nelle edizioni precedenti. Stimolare la curiosità e il piacere della scoperta, divertirsi all’insegna della conoscenza ed emozionarsi con le scoperte del mondo della ricerca sono gli obiettivi degli organizzatori, che, per coinvolgere un pubblico sempre più numeroso, hanno deciso di festeggiare alla grande il decennale della manifestazione introducendo nuove prestigiose location.
L’importante traguardo viene festeggiato, infatti, proponendo complessivamente ben sessantacinque eventi in sedi uniche e spettacolari, che da Levante a Ponente ospiteranno le iniziative in programma:

Nel programma spezzino la parola d’ordine è: orientamento.
Grazie anche al coinvolgimento del gruppo di lavoro: “La Spezia – Golfo della Scienza”, coordinato da DLTM e finalizzato alla divulgazione scientifica, sono state organizzate numerose iniziative nel corso di tutta la giornata che toccano diversi ambiti del sapere e si sviluppano in spazi eccezionalmente aperti al pubblico, quali Piazzale Bergamini (all’interno dell’Arsenale), il Museo Tecnico Navale e il Circolo Ufficiali MMI: si potrà partecipare a giochi di memoria sui temi delle scienze della terra, presentazioni di studi e di progetti, laboratori su metodi di orientamento spaziali e temporali dell’antichità ed attuali, esperimenti sui fenomeni legati ai fasci di luce, filmati e letture, passeggiate botaniche e mostre accompagnate da aperitivi scientifici e musica.

Il Museo Tecnico Navale resterà aperto dalle 8:30 del mattino proseguendo per tutta la Notte con un ricco programma: oltre a visite guidate della collezione permanente, i laboratori verranno ospitati sugli autobus storici messi gentilmente a disposizione dall’Associazione FITRAM e il Museo Nazionale Trasporti.
Sempre al Museo, grazie alla collaborazione con il Gruppo Astrofili Digitale e all’IRAS La Spezia, i nostri ospiti saranno accompagnati in un viaggio sulla Luna. Gli studenti degli istituti coinvolti (IIS Capellini-Sauro, IISS Fossati-Da Passano, Liceo Scientifico Pacinotti, Liceo Classico Costa, IS Cardarelli), ci spiegheranno come il magnetismo, l’inerzia e la luce possano essere sfruttati per orientarsi e ci accompagneranno in un percorso interessante attraverso le bussole e i fari; l’associazione Rover Joe, l’ARI Spezia e Terza Cultura Soc.Coop. organizzano la seconda edizione dell’evento Enigma, un contest radioamatoriale internazionale con scambio di messaggi cifrati utilizzando la famosa macchina ‘Enigma’.

Al Circolo Ufficiali della Marina Militare, alle ore 17:30, l’Associazione Danzabilmente presenterà uno spettacolo molto particolare volto a spiegare come la danza permetta di superare le disabilità restituendo la capacità di orientarsi nel tempo e nello spazio.
Alle 18 si parlerà invece di “Donne & Ricerca (Orientarsi tra i Linguaggi)”: incontro-dibattito su come orientarsi nelle differenze attraverso l’uso della lingua. Scienziata? Ricercatrice? Dottoressa? Quanto spesso usiamo queste parole nel lessico di ogni giorno? Quanto e come le sentiamo utilizzare nella comunicazione pubblica attraverso i mezzi di comunicazione di massa? Formule per adattarsi a standard condivisi di cortesia o mezzi per facilitare una più completa cittadinanza delle differenze nel rapporto tra i generi? Quanto un mondo declinato linguisticamente e culturalmente al maschile può essere determinante nell’interiorizzazione degli stereotipi di genere e quanto può condizionare desideri veicolando scelte di vita e scelte professionali?
Converseranno con noi su questo argomento: l’inventore, ideatore, progettista e costruttore Ing. Guido Gay, la Consigliera Regionale Stefania Pucciarelli, l’Assessore Regionale alla Comunicazione Formazione, Politiche Giovanili e Culturali Ilaria Cavo (da confermare), l’Assessore Comunale alle Pari Opportunità Patrizia Saccone, l’imprenditrice Cristiana Pagni, Presidente del Consorzio Tecnomar Liguria e di EPS Agenzia Speciale della Camera di Commercio della Spezia, il Responsabile UOS CNR -ISMAR La Spezia, Stefano Aliani.

Il Porto della Spezia, dalle 9:30 alle 11:30, si trasformerà in laboratorio a cielo aperto con il progetto Porto Lab, che integra elementi di cultura marittima e portuale con le materie scolastiche.

Alle ore 18:00, presso i Giardini Storici di Via Chiodo, la Banda Dipartimentale della Marina Militare eseguirà un concerto e sfilerà su Via Chiodo accompagnando gli ospiti nei luoghi della Notte sino ad arrivare all’entrata principale dell’Arsenale MMI.

In Piazzale Bergamini, alle ore 20, la Notte si collegherà con un altro progetto europeo, EuRathlon in corso a Piombino. EuRathlon è una gara di robotica portata in Italia dal Centro NATO CMRE della nostra cittá e mai provata al mondo. Sará per la Notte spezzina un link coi ricercatori di domani che a Piombino si stanno sfidando a risolvere situazioni di crisi come il disastro di Fukushima con robot messi a punto da loro.

La Notte Europea dei Ricercatori in Liguria vuole, in modo intelligente e creativo, sensibilizzare il pubblico all’importanza della scienza e stimolare un modo diverso di vedere la realtà e la figura del ricercatore.
All’interno di un contesto di festa e divertimento, che utilizza strumenti e metodi di spiegazione e divulgazione accessibili a tutti, uomini e donne di scienza che hanno scelto una strada professionale sfidante e sempre in cambiamento hanno l’obiettivo di incontrare ragazzi e giovani, perché possano considerare l’ipotesi di un percorso di studi e di una carriera lavorativa finalizzati alla ricerca scientifica.

Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito e si possono consultare sul blog http://nottedeiricercatori.comune.genova.it e seguire sui canali social: Facebook: La Notte dei Ricercatori in Liguria – Twitter: @NotteRicercaLig

Alberto Bonfigli

Advertisements
Annunci
Annunci