Venerdì 18 settembre la consegna del Premio Lerici Pea, Poeti e Artisti Liguri nel Mondo e del Premio per Giovani Poeti “Lucia Roncareggi”

LA SPEZIA– Dopo l’assegnazione del Premio Edito, andato a Mauro Macario, prosegue con un doppio appuntamento l’edizione 2015 del Premio “Lerici Pea”: venerdì 18 settembre saranno consegnati il Premio Poeti e Artisti Liguri nel Mondo e il Premio per Giovani Poeti “Lucia Roncareggi”.

Premio Poeti e Artisti Liguri nel Mondo 2015 a Federico De Leonardis 
Il riconoscimento sarà conferito al Maestro Federico De Leonardis durante la cerimonia in programma presso il Comune di Lerici in piazza Bacigalupi 9, dalle ore 10.30, alla presenza del Sindaco di Lerici Leonardo Paoletti e della Presidente p.t. del Premio “Lerici Pea” Pia Spagiari. Il Maestro De Leonardis sarà introdotto da Lucilla Del Santo, Responsabile della Sezione, e verrà presentato dal critico d’arte Bruno Corà; letta la motivazione del Premio, scritta da Massimo Bacigalupo, si procederà alla consegna.

Successivamente, dalle 12 alle 13, il Maestro De Leonardis sarà a disposizione del pubblico in una visita guidata ad alcuni dei suoi “lavori” presenti negli spazi del Palazzo del Comune di Lerici. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Lerici, sostenuto dalla Regione Liguria – Vice Presidenza con delega all’ Immigrazione ed Emigrazione.
Gli organizzatori ringraziano, per il loro sostegno: Regione Liguria, Comune di Lerici e Conad Lerici.
Il Premio Poeti e Artisti Liguri nel Mondo ha la finalità di far conoscere l’arte, il lavoro e le capacità dei liguri che hanno trovato nelle diverse parti del mondo il luogo ideale per esprimersi e raggiungere l’eccellenza, esercitando la propria creatività e restando fedeli alle proprie radici.

Premio Lerici Pea - Federico De Leonardis

Federico De Leonardis
Talento multiforme, architetto, ingegnere, artista contemporaneo, Federico De Leonardis trova anche nella scrittura uno dei suoi veicoli di espressione: riflessioni, considerazioni graffianti, teorie, osservazioni connotano una vasta produzione arricchita, a partire dal 2011, dal blog “Fuori dai denti”. Nato alla Spezia nel 1938, il Maestro inizia a portare la sua arte e la sua tecnica in Italia e nel mondo già dopo la laurea: Dubrovnik, Salisburgo e il nostro Meridione fanno da sfondo ai suoi studi e al suo lavoro in campo architettonico-urbanistico. Attualmente, accantonata ormai da tempo l’attività lavorativa in senso stretto, si dedica esclusivamente alla propria ricerca nell’ambito dell’arte contemporanea, continuando a mantenere un vivo interesse per la spazialità, che si concretizza in mostre personali, e collettive, di scultura e installazioni: predilige l’uso del marmo, del ferro, del calcestruzzo armato e della carta.
Nelle sue opere, De Leonardis tende “a fare un passo indietro”, a svuotare, a lasciare semplicemente alcune tracce, che scavano nel profondo di tutti noi memorie sepolte e finalmente riemerse; in lui la materia è sempre presente, ma non ha alcun valore formale: la forma a cui pervengono le sue opere è più per sottrazione che per aggiunta.Le sue Ossa di Shelley, presenti il 18 settembre in esposizione nella sala consiliare del Comune di Lerici, sono state occasionate anni fa (’85) dall’epigrafe presente su casa Magni a S. Terenzo e sono un esempio molto pregnante sull’importanza che quest’artista attribuisce alla memoria, sorta di omaggio alla parola poetica. Nelle bacheche nell’atrio del Comune di Lerici sarà esposto l’Autoritratto nello Specchio Convesso; delle sue architetture “assurde” e inclinate come i piani della vita, l’installazione “Cono d’ombra” e infine Tagliatella, il graffito assente che ha originato tutte le sue idee visive. Federico De Leonardis ha lavorato e collabora con importanti gallerie di arte contemporanea attive sul mercato internazionale, tra cui la Galleria Continua di San Gimignano e Theca Gallery di Milano; proprio alla Theca Gallery, l’artista ha recentemente inaugurato la mostra “Erlebnis” (19 gennaio 2015 – 11 aprile 2015).

Premio “Lerici Pea” Giovani Poeti “Lucia Roncareggi” 2015 a Gianluca Serri

Venerdì 18 settembre alle 17, presso il CAMeC – Centro d’Arte Moderna e Contemporanea della Spezia in Piazza Cesare Battisti 1, si terrà la consegna del Premio “Lerici Pea” – Sezione Giovani Poeti “Lucia Roncareggi”.
Introdotta nel 2010, la sezione è intitolata alla giovane poetessa scomparsa nel 1999 a soli 22 anni: una fine prematura, che non le ha impedito, però, di lasciare componimenti di grande profondità. Ideato per favorire anche fra gli under 25 la passione per la scrittura e l’espressione della libera creatività, il Premio è stato assegnato nelle passate edizioni a Tommaso Meozzi, Giuseppe Carracchia e Lodovica Vacirca. Impegno, vis poetica, stupore di fronte alla vita nelle diverse declinazioni che conducono al disinganno e alla resa, ma anche alla pacificazione con destino e libertà di scelta, sono le tematiche che caratterizzano le liriche della terna dei finalisti. Questi ultimi sono stati scelti dalla giuria presieduta da Valentino Zeichen, già vincitore del “Lerici Pea” nel 1992: Gianluca Serri con “Incontro con l’artista”, Silvia Demeo con “Come foglie le lingue degli uomini” e Luca Giuseppe D’Aloia con il suo testo. Andare avanti nel segno della tradizione e del rinnovamento è la finalità ultima della sezione, per la quale gli organizzatori ringraziano la famiglia Roncareggi, preziosa nel sostenere l’iniziativa con costruttiva e delicata sensibilità. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune della Spezia e l’Associazione “Amici del Lerici Pea”. Introdurrà l’Assessore alla Cultura del Comune della Spezia Luca Basile; seguiranno i saluti di Anna D’Este Gemmi, Presidente dell’Associazione “Amici del Lerici Pea”; i finalisti saranno introdotti da Pia Spagiari, Presidente p.t. del Premio “Lerici Pea” e presentati da Valentino Zeichen, membro della Giuria del Premio “Lerici Pea”. Durante l’evento, che ha ottenuto il patrocinio della Regione Liguria, sarà presentata la plaquette realizzata per la Sezione Giovani Poeti, nella quale sono state pubblicate le poesie dei finalisti, le motivazioni dei premiati scritte da Valentino Zeichen e le poesie di altri 7 ragazzi entrati nella rosa dei finalisti: Giovanni Falcinelli, Valentina Colonna, Claudia Fiorella Santonocito, Davide Sommella, Federico Carle, Luca Minguzzi, Naike Agata Labiunda, a cui va aggiunta quella Elia Brozzo, di 12 anni, per la precoce sensibilità poetica.
Allietato dall’esibizione dei ragazzi del Duo Entr’acte Tommaso Bruno e Lorenzo Micheli Pucci, il pomeriggio si concluderà con un buffet realizzato dagli “Amici del Lerici Pea”, con gustose specialità cucinate seguendo le vecchie ricette di famiglia.

Advertisements
Advertisements
Advertisements