La targa di don Caprili nella Chiesa di S. Venerio della Pieve.

LA SPEZIA – Don Augusto Caprili, il parroco che per lunghi anni ha seguito il Favaro e la Pieve, è stato ricordato nell’antica Chiesa della Pieve. La cerimonia si è svolta in occasione delle festività di S. Venerio alla presenza di S.E. il Vescovo della Spezia Luigi Ernesto Paletti.

I fedeli della Pieve e del Favaro hanno realizzato una targa con incisione su una lastra in bronzo del ritratto del parroco, dipinto dal pittore russo Rif Abdullin Mudarisovich, noto per disegnato i volti degli abitanti del Favaro, del Vescovo Moraglia, del Papa e del dottor Ottavio Giacchè a Fezzano. L’incisione è stata realizzata dai fratelli Pallone. L’iniziativa è stata promossa dal Consigliere comunale Marco Raffaelli, Vinicio Ceccarini e Giovanni Valdettaro con gli abitanti del Favaro e della Pieve.

vescovo

Nella foto la benedizione della targa:S.E. Monsignor Vescovo Ernesto Luigi Paletti, don Paolo Cabano e don Gianluca Galantini.

Advertisements
Annunci
Annunci