Festa dell’Unità: ad Arcola una festa senza senso

Ormai la politica ha perso la sua credibilità e ne sono sempre più certo.
Mi è capitato di assistere alla festa dell’unità o festa del fiume come l’hanno voluta chiamare a Romito Magra organizzata dal Pd di Arcola per prenderne consapevolezza.
A Romito è stata organizzata una festa senza né capo né coda con dibattiti sull’importanza della salvaguardia del fiume Magra dove i relatori si sono limitati a ripetere le solite cose per tre giorni davanti ad un pubblico di 10 persone per essere troppo generosi.
Entrando alla festa in occasione della seconda sera ecco la desolazione, metà dei tavoli vuoti, scarsissima partecipazione e zero idee da parte di chi si è occupato dell’organizzazione. Una banalità infinita.
Da ex elettore del partito comunista mi è venuto il magone ricordando le feste partecipate con grande entusiasmo di qualche anno fa alla casa del popolo di Arcola dove partecipava davvero tutto il paese.
L’amarezza si trasforma in desolazione se si considera che feste promosse da associazioni di stampo politico doppiano per non dire triplicano in presenze e consistenza quelle del primo partito in ordine di voti del comune arcolano.
C’è bisogno di trovare una credibilità diversa ripartendo dagli ideali di un partito vero e forte che c’era in passato ma davvero con persone nuove.
Se non si capirà questo ad Arcola come nel resto della provincia l’alternativa politica diventerà automaticamente un’altra, ma non ci voglio neppure pensare.
Compagni datevi una svegliata….
(Lettera firmata)
Advertisements
Annunci
Annunci