Romito Magra in veste country

ROMITO MAGRA– Si chiudono per fine Agosto gli appuntamenti di incontro della Parrocchia Immacolata Concezione a Romito Magra in occasione della Festa di San Genesio. Serate musicali e non solo organizzate dal Parroco Don Roberto in attività presso la stessa parrocchia dal 2014 in collaborazione con i volontari soprattutto giovani che impegnati e, in cucina e, circa cinquanta a servire ai tavoli contribuiscono anche alla raccolta fondi devoluti per i lavori parrocchiali post alluvione.

Cibo e programma di musica e danza si incontrano con un calendario vasto che trova la parte più espressiva con la serata Country per la una grande presenza non solo degli abitanti di Romito Magra ma anche di molti turisti. Ospite della serata è stato il gruppo ‘The Nameless’ vincitore di due brevetti internazionali che fa corsi di ballo Country dal 2004 in Toscana ed in Liguria. Il gruppo nasce proprio nel 2003 per commemorare la scomparsa dell’artista Country George McAnthony che ha inciso quindici album, la maggior parte dei quali propongono testi autografi, scritti e cantati in lingua inglese. I ‘The Nameless’ durante l’esibizione per la Festa di San Genesio hanno coinvolto al ballo gente di tutte le età proponendo brani che raccontano i valori e la vita quotidiana di ognuno di noi, spaziando dai verdi classici della musica country, folk, tradizionale-spiritual alla line dance degli anni ’70 ove il rock fa da padrone nell’evoluzione del genere Country, coinvolgendo i partecipanti in un gioco interattivo.
Quella Country è stata una serata di successo fra balli e sano divertimento.

Un po’ di storia sul Country…la musica dei pionieri
di Silvia Paternostro

Gli emigranti dall’Europa negli Stati Uniti, nelle zone marittime del sud e verso i monti Appalachi, portarono con se il necessario per una vita decente. Tra le cose, molti gli strumenti musicali per intrattenersi: Il violino irlandese (Fiddle), la cetra tedesca, il mandolino italiano, la chitarra spagnola, il banjo dell’Africa occidentale.
L’ interazione tra questi strumenti, principalmente violino, chitarra e banjo, ha elaborato una musica Country, di cui l’originaria è detta ‘Old time music’. Nel Sud, la musica popolare era una combinazione di tendenze culturali e tradizioni musicali di vari gruppi etnici. Canti popolari e ballate inglesi e irlandesi hanno influito a dare uno stile alla musica chiamata ‘Old Time Music’. La Country Music si crede sia stata creata da americani-europei, invece uno degli strumenti che ha dato maggior impronta alla country music è il Banjio di origine afro-americana. Nelle contrade, negri e bianchi si intrattenevano assieme nelle feste e nei balli. Arnold Schultz chitarrista nero che ha introdotto lo ‘stile pollice’ nella chitarra, ha suonato con musicisti bianchi nel Kentucky centro-occidentale. Nel XIX secolo gran parte di migranti dall’Europa si spostò in Texas, dove interagirono con messicani, nativi americani e comunità già stanziali. Da questi contatti il Texas ha sviluppato tratti culturali che sono radicati nella cultura e nelle comunità fondanti. Gli stili che si sono susseguiti e intrecciati nel tempo sono: guitar boojgie, banjio boogie, Hillbilly boogie, okie boogie, country boogie, boogie woogie, blues, rockabilly, folk song, gospel, Honky tonk, bluegrass, Bakersfield sound e, infine, il Country Rock.

Advertisements
Annunci
Annunci