Con “La Sirena” Luca Zingaretti strega il pubblico della Marineria

LA SPEZIA– Si è tenuto ieri sera, sulla Passeggiata Morin, uno degli spettacoli più attesi di questa Festa della Marineria: il monologo dell’attore romano Luca Zingaretti, che ha recitato un adattamento teatrale di un racconto di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, “La Sirena“. Preceduto da qualche mugugno di chi, rimasto senza biglietto, voleva godersi lo spettacolo da fuori, ma si è visto oscurare il palco dalle paratie (immediatamente rimosse), lo spettacolo ha lasciato letteralmente col fiato sospeso il pubblico, attento e silenzioso.

Zingaretti, elegantissimo e un po’ emozionato, incantato dal panorama (la luna piena che spuntava dai monti alle sue spalle), ha ringraziato e emozionato il pubblico concedendo un bis, leggendo la sua poesia preferita, “Ho sceso, dandoti il braccio“, di Eugenio Montale. Applausi a scena aperta per lui e il bravo fisarmonicista che lo ha accompagnato, Germano Mazzocchetti (autore delle musiche).

P8290002

La sirena
Il racconto parte in una Torino fredda e nebbiosa e narra l’amicizia tra due siciliani lontani dalla loro terra, il giovane e esuberante giornalista Paolo Corbera e l’anziano stravagante Senatore Salvatore La Ciura. Un’amicizia che nasce in un caffè di Torino, tra giornali, fumo, chiacchiere e ricordi della loro bella isola. Finché una sera, prima di partire per un convegno in Portogallo, La Ciura non racconta al suo giovane amico di un incontro, avvenuto moltissimi anni prima in un’isolata spiaggia siciliana, con l’unico amore della sua vita: una sirena…

Advertisements
Annunci
Annunci