Silvia Vegetti Finzi. Una bambina senza stella: ‘Bisogna avere più fiducia nei bambini’

A Bonassola al resort La Francesca dove vengono organizzati degli incontri pubblici con gli Autori, abbiamo intervistato la scrittrice e psicologa Silvia Vegetti Finzi che ci ha parlato in anteprima del suo ultimo libro che esce oggi nelle libreria: Una bambina senza stella:  

Con questo racconto della mia infanzia voglio dire di avere più fiducia nella risorse dei bambini, di essere meno timorosi, di lasciarli tentare do risolvere da soli le piccole difficoltà della vita, non dico con questo di buttarli in mare con la speranza che nuotino da soli come una volta ma di rischiare che affrontino anche piccole difficoltà e che si mettano alla prova perché la vita si impara solo vivendo… Il libro si intitola ‘Una bambina senza stella’ per due motivi. Il primo perché nasco nel ’38 all’epoca delle persecuzioni razziali e chiamandomi Finzi entro subito nel mirino della persecuzioni. I miei genitori fuggiranno in Africa, lasciandomi sola in un paese del mantovano dove sarò poi accolte da lontani e anziani parenti e da qui nascono molte vicissitudini, non tutte difficilissime, alcune sono le normali difficoltà dei bambini, dove molti ritroveranno i problemi dei propri figli. Ricordare gli anni ’40, gli anni della guerra con gli occhi di un bambino  farà si che molti potranno ritrovare la propria infanzia …Si crea una messa in comune di esperienze e di ricordi che serve a ricordare cose anche troppo presto dimenticate, mentre a scuola si studia la grande storia con la S maiuscola in pochi ricordano la piccola storia quella della vita famigliare, quella dei nonni, delle donne, mentre gli uomini erano al fronte, dei bambini. Un a m’arcord collettivo che colma una lacuna della nostra identità…  Il secondo motivo del titolo è perché non ho avuto come nessuno in Italia l’obbligo di portare la stella giudaica cucita sugli abiti come hanno avuto invece gli ebrei dell’Europa orientale.’  

Segue l’intervista integrale a Silvia Vegetti Finzi: 

Segue la scheda ufficiale di presentazione del libro:

Una bambina senza stella. Le risorse segrete dell’infanzia per superare le difficoltà della vita

Una bambina senza stella

Una grande psicologa ci guida nell’immaginario infantile dei più piccoli lungo il filo dei suoi ricordi di bambina. Un viaggio nella memoria di ognuno di noi che ci aiuta a comprendere qualcosa di più dei bisogni dei nostri figli e di noi stessi.

Chi è la bambina senza stella? Una bambina, in cui si cela l’autrice, sfortunata, ma non troppo. Seguendo il filo dei suoi ricordi, sedotto da una scrittura suggestiva e poetica, il lettore potrà ritrovare, per consonanza, tratti perduti della propria infanzia, là dove risiede il cuore pulsante della vita e la parte più autentica di sé. Cresciuta, come molti altri, negli anni tragici del fascismo, della guerra e delle persecuzioni razziali, che la coinvolgono in quanto nata da padre ebreo, la bambina ne uscirà intatta avendo preservato la magia dell’infanzia e la voglia di crescere. Le sue vicende, rievocate con sorprendenti flash della memoria e puntualmente commentate da una riflessione competente e partecipe, svelano le segrete sofferenze dei bambini spesso colpiti dai traumi dell’abbandono, dell’indifferenza e del disamore. E il dolore infantile non cade mai in prescrizione. Negli squarci di un passato che non passa possiamo cogliere però, con l’evidenza della vita vissuta, anche le meravigliose risorse con le quali l’infanzia può attraversare le difficoltà della vita: il gioco, la fantasia, la creatività e l’ironia. Risorse che, attualmente, un’educazione ansiosa e iperprotettiva rischia di soffocare. Ed è con la forza del pensiero, della scrittura e della testimonianza che questo libro si propone di rassicurare i genitori che i loro figli ce la possono fare, ce la faranno, se riusciranno a realizzare, mettendosi alla prova, le loro potenzialità. E la vita s’impara, non solo vivendo, ma anche raccontandola in una trama che, intessendo passato e futuro, dona senso e valore alla casualità del destino

Advertisements
Annunci
Annunci