Cultura e buon uso dei beni comuni. L’esempio di Villa Bertelli a Forte dei Marmi

A Villa Bertelli Forte dei Marmi, in occasione del concerto di Francesco De Gregori abbiamo intervistato Umberto Buratti, sindaco di Forte dei Marmi e Carlo Fontana, Presidente della Fondazione che gestisce Villa Bertelli che ci hanno raccontato di come è stato recuperato questo immobile, del programma culturale di Villa Bertelli e di come la cultura può essere un importante motore dell’economia.

Umberto Bertelli “La cultura è anche motore dell’economia, noi come tutte le comunità turistiche, dobbiamo pensare che chi viene in vacanza qui viene per vivere la spiaggia, il mare, la nostra realtà e il nostro territorio ma molti hanno anche partecipato ai nostri spettacoli, fa parte di un’offerta complessiva, ci sono tanti modi per produrre cultura, questo  è uno… Forte dei Marmi è un luogo di incontro da sempre di tanti artisti che qui trovavano l’ispirazione, basta pensare che qui vicino artisti come Dazzi, Carena, Moore, Soffici, Migneco avevano le loro abitazione. Quindi è un luogo particolare  e anche oggi dobbiamo continuare a produrre cultura per suscitare emozioni, per riflettere e per far crescere le nostre comunità.”

Carlo Fontana: “la cultura fa parte del PIL italiano, poi se è vero che la cultura faccia business dipende da che cosa fai. Noi a Villa Bertelli cerchiamo di non buttare fondi pubblici e privati dalla finestra, cerchiamo di concretizzare quei pochi fondi che abbiamo per qualcosa di mirato e con gli eventi estivi cerchiamo di finanziare gli eventi culturali invernali.” 

Questo il sito ufficiale della Fondazione Villa Bertelli http://www.villabertelli.it/

Seguono l’intervista video Umberto Buratti, sindaco di Forte dei Marmi e a Carlo Fontana, Presidente della Fondazione Villa Bertelli

 

 

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci