Allagamenti in Via Chiodo e Piazza Verdi. Danni a locali e negozi.

The day after: l’immagine del nubifragio della notte tra il 23 e il 24 agosto è abbastanza impressionante. Via Chiodo si è completamente allagata: si calcola che l’acqua sia arrivata a 30 centimetri dalla pavimentazione, come si vede dall’inconfondibile segno lasciato sulle pareti dei palazzi e dentro i negozi. I dehor dei bar e dei ristoranti sono stati spazzati dalla furia dell’acqua e del vento; addirittura le strutture metalliche che reggono le tende da esterno di alcuni ristoranti sono stati completamente piegati e le sedie e i tavolini sono stati recuperati in Piazza Verdi tanta era la forza del vento; nella grata della Piazza-cantiere si sono annidati biciclette e motorini parcheggiati nei pressi e letteralmente spinti dalla bufera. A

La piscina naturale di Piazza Verdi nella foto di LUIGI TARTAGLIONE
La piscina naturale di Piazza Verdi nella foto di LUIGI TARTAGLIONE

ll’interno del cantiere della Piazza gli scavi sono diventati un’enorme piscina di acqua e terra che ha quasi ricoperto i resti su cui ancora la Sovrintendenza deve esprimersi. Immaginiamo che con il caldo previsto dei prossimi giorni, quest’area potrebbe diventare un luogo decisamente malsano e maleodorante se non verrà levata l’acqua con idrovore speciali. E considerati i numerosi negozi di alimentari e bar che la circondano e l’avvicinarsi della Festa della Marineria non sarebbe una buona carta da visita per i turisti della nostra città.

11951313_10207932435134664_8812065556900021822_n

Gli androni dei palazzi  di Via Chiodo si sono riempiti d’acqua, i chioschi di giornali danneggiati, il Bar Riccardo ha trovato il dehor parzialmente allagato e con foglie. I proprietari ci dicono che personale addetto era venuto pochi giorni prima a ripulire i tombini considerata l’allerta 1 data con anticipo dalla Regione. Evidentemente non è bastato perché in questa zona ha giocato sfavorevolmente anche il livello dell’acqua del mare che si è alzato moltissimo in breve tempo. Chi aveva un rialzamento superiore dalla pavimentazione del marciapiede si è salvato ma l’acqua è entrata comunque da ogni fessura.

11889684_10207932432374595_5979618410940601104_n

Pozzanghere d’acqua e fango hanno riempito i portici. Lo show room di Schiffini è stato sgombrato completamente mentre un mezzo della Protezione civile è entrato direttamente nei portici all’altezza della Farmacia Dell’Aquila per portare via l’acqua e ripulire la strada dal fango. Per ogni via laterale scatoloni riempiti di materiali inzuppati d’acqua e ormai inservibili.

Uno scenario decisamente tragico considerato che siamo appena ad agosto e la Liguria ha sempre dato il peggio di sé in autunno.

Advertisements
Annunci
Annunci