La Festa della Marineria 2015 è la festa dei bambini: kindergarten, giochi, laboratori, animazione per i più piccoli

LA SPEZIA– Una delle grandi novità della edizione 2015 Festa della Marineria sarà lo spazio dedicato ai bambini che sarà allestito ai Giardini Storici della città nell’area tra il palco della Musica e la Pinetina.
Giocare con la scienza, giocare con il mare”: è questo il motto che racchiude la filosofia di uno spazio che offrirà servizio kindergarten, giochi, animazione, laboratori. Saranno soprattutto questi ultimi il pezzo forte, e originale, della proposta per i più piccoli: percorsi didattici particolari, divertenti, innovativi come, tra i tanti, acustica subacquea, botanica marina, pesci e sottomarini, realizzato in collaborazione con le associazioni e gli Enti di ricerca del territorio.

Un’idea e un progetto realizzati per consentire ai bambini di prendere dimestichezza divertendosi con le diverse tematiche legate al mare; e ai genitori seguire i momenti salienti dell’offerta della Festa, show cooking, dibattiti, spettacoli, in tutta tranquillità. Per poi ritrovarsi tutti assieme per godere delle prelibatezze dello street food di mare e assistere ad altri eventi.

Il Kindergarten sarà gestito da operatori esperti nel settore ludo-ricreativo-culturale di ARTEmisia Servizi Culturali, C.O.C.E.A, Cooperativa Sociale Coopselios, Lindbergh, Zoe – Gestione Servizi Culturali, a ingresso gratuito e dedicato a bambini 5-11 anni. Sarà operativo Venerdì 28, sabato 29, domenica 30 agosto, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 22.00;
I laboratori “scienza e tecnologia” si svolgeranno venerdì 28, sabato 29, domenica 30 agosto, ripetuti in varie fasce orarie. “Alla ricerca dei reperti perduti”, guida al monitoraggio e al riconoscimento dei reperti spiaggiati naturali e artificiali e alle metodologie scientifiche utili per il loro studio, a cura di CNR ISMAR, per bambini 7-12 anni; “Onda su Onda”, primo incontro con la fisica delle onde e del suono, con piccoli esperimenti per la comprensione e la visualizzazione dei fenomeni ondosi. Proiettori acustici, idrofono, strumenti per la registrazione e l’analisi del rumore subacqueo guideranno i ragazzi alla scoperta dell’Avatar del Mare, bambini 7-12 anni, a cura di CSSN – NATO STO CMRE – INGV; “Lo spettro che non fa paura”, alla scoperta dello spettro elettromagnetico con visione all’infrarosso con la termocamera, bambini 7-12 anni, a cura di CSSN ITE Livorno; “Tante alghe e così diverse” un viaggio alla scoperta delle alghe e delle piante che popolano i Mari e gli Oceani del nostro Pianeta con esperti in botanica, osservazioni al microscopio, preparazione di pieghi di erbario, video e spiegazioni, bambini 7-12 anni, a cura di DLTM; “A B Sea”, postazione multimediale a tappe finalizzata alla creazione di un fondale marino virtuale: corallo bianco, serbatoio di diversità per nutrire il pianeta, catene alimentari marine, osservatori di profondità, organismi di profondità, il fitoplancton, bambini 7-12 anni, a cura di ENEA ed Associazione Labulè; “Verde del Mare”, in forma di gioco i ragazzi esplorano i giardini storici alla ricerca delle piante di “maggior valore”. Imparano a riconoscerle ed a calcolare il percorso realizzato per giungere fino al porto della Spezia, bambini 7-12 anni, a cura di Labter e cooperativa Hydra.
I giochi didattici saranno “Il gioco del Polpo”, un gioco dell’oca scientifico che, attraverso un percorso fatto di caselle colorate, permette al bambino di interrogarsi ed apprendere tematiche legate al mare, bambini 7-12 anni, a cura di INGV; “Viaggiare sopra il mare” e “In visaggio sulle rotte del mediterraneo”, le avventure di un grande contenitore, a cura del gruppo Tarros, per bambini di 3-8 anni e 8-13 anni; il “Gioco dei Tappini” e il “Laboratorio di Pigotte Marinare” a cura di UNICEF; “Il mare in gioco”, laboratorio creativo a cura di ARTEmisia Servizi Culturali, C.O.C.E.A, Cooperativa Sociale Coopselios, Lindbergh, Zoe – Gestione Servizi Culturali, dedicato a bambini di 4-5 e 6-10 anni; l’Area Sport a cura della UISP.
Da sottolineare anche l’edizione 2015 di Porto Lab; visite guidate in Porto, un progetto del Gruppo Contship Italia, realizzato in collaborazione con le Autorità Portuali della Spezia, Cagliari, Ravenna e Gioia Tauro, e con il supporto di aziende private italiane e internazionali. Il porto e i centri intermodali diventano un laboratorio a cielo aperto, a disposizione delle scuole e della cittadinanza che possono così conoscere la realtà portuale e del trasporto intermodale con un percorso didattico guidato da “Tutor” specializzati. Negli ultimi 10 anni oltre 5000 alunni delle scuole della provincia della Spezia hanno partecipato al progetto Porto Lab.

Per informazioni e orari: festadellamarineria.com

Advertisements
Annunci
Annunci