In Corso Cavour si sta aprendo una voragine…

LA SPEZIA– In Corso Cavour si sta aprendo una voragine, ma ai nostri amministratori la cosa pare non interessare. Sta accadendo sul marciapiede lato Arsenale in direzione mare, poco prima di incrociare Via Di Monale. Il fenomeno è in corso da oltre un mese ed era, come accade per tutte le cose, all’inizio meno esteso, ma comunque ben visibile.
Uno sprofondamento di molte decine di centimetri che i nostri volenterosi tecnici e funzionari dei lavori pubblici hanno pensato bene di  segnalare con le tanto abusate fioriere di plastica (quelle che andrebbero riempite con l’acqua altrimenti volano). L’enorme buca è rimasta dunque così, malamente segnalata ai passanti, per oltre un mese, mentre il terreno continuava a cedere tutto intorno estendendosi verso l’interno del marciapiede e dunque in prossimità dei negozi e del palazzo.
Adesso, visto che ve ne siete fregati, sono apparse le transenne in senso longitudinale lungo tutto il marciapiede: come dire che i pedoni per poter percorrere quel  tratto devono rischiare la vita, scendendo dal marciapiede  e portandosi sulla strada, in quel punto sempre particolarmente trafficata.
Mi  chiedo, e se lo chiedono in tanti, se non sarebbe stato il caso di intervenire immediatamente, visto che la buca che si era aperta risultava da subito estremamente pericolosa.

Mi chiedo, e se lo chiedono in tanti, che cosa facciano al famoso quinto piano del palazzo comunale (leggi assessorato ai lavori pubblici), oltre che aprire cantieri regolarmente fermi o bloccati  dopo pochi mesi: cito Piazza Verdi e Odeon, giusto per fare degli esempi. Forse i nostri amministratori guardano oltre. Guardano verso la città del futuro. Pensano alla Spezia del “waterfront” e delle  Marinerie, alle notti bianche da organizzare e ai possibili altri fondi europei da attingere per nuovi e sempre più originali riqualificazioni di piazze e strutture.

Pensano alla tanto declamata “vocazione e turistica” della città  e così facendo si dimenticano del primo motivo per cui gli spezzini li hanno votati. Quello di amministrare la città nell’ordinarietà, il che vuol dire tappare le buche, riparare le strade, tenerla pulita e in ordine. Avete presente, Sindaco e assessori, di cosa sto parlando? Sto parlando esattamente di tutto quello che voi non fate!
Mi starebbe anche bene vedervi ristrutturare l’Odeon, o rivedere l’assetto architettonico delle nostre piazze, ma prima, cari signori, vorrei vedere  strade tenute bene, marciapiedi dove non si rischi l’osso del collo, panchine ove sia possibile sedersi appoggiando anche la schiena. Invece qui alla Spezia vedo unicamente del gran pressapochismo, della indolenza alla ennesima potenza e una enorme dose di cialtroneria.

PS : Dite ai vostri operai di imparare ad apporre i cartelli della segnaletica: nei pressi della voragine, se un pedone segue le indicazioni da loro apposte, invece che evitare lo sprofondo entra in un  negozio!

P8180007

Siete veramente inimmaginabili e inenarrabili!

Massimo Baldino

Advertisements
Annunci
Annunci