Piazza Verdi: il Ministero vorrebbe tutelare i resti del Torretto, il Comune punta ancora al Vannetti-Buren

LA SPEZIA– Stamattina dovevano riprendere i lavori in Piazza Verdi, ma in realtà il cantiere è rimasto inattivo, si sono visti solo verso mezzogiorno alcuni operai che prendevano misure per istituire un nuovo passaggio pedonale e per capire come modificare, da Via Chiodo, il passaggio per i filobus.

Intanto, pare che domani si terrà un incontro tra Soprintendenze e Ministero; dei resti emersi, solo quelli del Quartiere del Torretto avrebbero interesse storico, mentre quelli del Politeama (i muri perimetrali) non sarebbero importanti. Il Ministero insiste nel chiedere che la Piazza, una volta terminata, rispetti la sua storia. Occorrerebbe, quindi, una variante di progetto che tenga conto dei resti del Torretto e li valorizzi. Niente portali di Buren, verrebbe da pensare, e niente fontane. Ma siamo solo ed esclusivamente nel campo delle ipotesi. Il Comune, però, da quanto si sa, non vorrebbe deviare dall’originale progetto Vannetti-Buren, ma sarebbe intenzionato a realizzarlo in toto.

Di sicuro non c’è nulla… solo che la conclusione dei lavori sembra ancora lontanissima.

Advertisements
Annunci
Annunci