Andiamo in Maremma per MAV! Elena Guerrini ci invita al Festival teatrale A VEGLIA col baratto

 Dal 3 al 7 settembre a Orbetello e dal 17 al 20 a Manciano (GR) in piena Maremma ricomincia uno dei festival più belli, simpatici, veri a cui abbia mai partecipato ed è anche un’ottima pratica culturale, intelligente e piena di amore per il territorio. Lo ha ideato una persona speciale, una brava e bella attrice del nostro teatro (e del cinema), Elena Guerrini autrice Garzanti del best seller Bella tutta. 

1465106_10201583216876309_1564536759_n

Il Festival si chiama MAV Maremma A veglia. Come il modo di dire di una volta, “si va a veglia“, si va ad ascoltare storie facendo tardi. Poche le regole del Festival: portarsi la sedia da casa, ed è fondamentale portare qualcosa da mangiare o bere: si entra a baratto con prodotti del territorio, olio, vino,formaggio. Gli artisti sono pagati veramente in natura! Tema di quest’anno Nutri-menti,sull’onda di Expo 2015.

Ci dice la Guerrini: “Nell’EXPO di Milano, si parla di diritto al cibo, con MAV vogliamo puntare sul diritto alla Cultura, che vuol dire competenza, ricerca, e professionalità. Le rivendichiamo tutte e tre.
Portando in Maremma l’eccellenza del teatro contemporaneo nazionale ed internazionale,in un Festival indipendente dove l’Arte nutre il territorio e il territorio nutre l’Arte”.


11139359_10205724681890346_3829790027646901490_n

E durante MAV quest’anno si parla di cibo con due compagnie: Alkaest teatro di Milano che nel pranzo di artista, ci trasporta nelle atmosfere del Pranzo di Babette, e Giancarlo Bloise, che in Cucinar Ramingo si racconta nella sua originale veste di Narra-Attore-Cucinante.

Il cibo è anche protagonista di Fame di Abbiati/Capuano, la fame che è quella atavica dei tanti Arlecchino del nostro paese. Incontri musicali con Nada che si racconta in un bel giardino di Orbetello e i torinesi Mau Mau, che ai poderi di Montemerano, ripercorrono venti anni di carriera.
Ma nutrirsi,per noi vuol dire anche tradizione con la Scostumatisisma tombola napoletana, presentata dall’attore Gino Curcione dei Teatri Uniti di Napoli.
Poi il genio di Andrea Cosentino con LOURDES.
Durante la parentesi di MAV ad Orbetello, viene ospitato Ippolito Chiarello, impegnato da alcuni anni nel suo Barbonaggio Teatrale, insolito esempio di teatro a baratto, che dalla Puglia si è diffuso in Italia ed Europa.
Poi ancora Officine Orsi di Lugano,che guideranno 32 spettatori in una straordinaria esperienza di teatro in cuffia in quattro luoghi simbolo di Orbetello,e Cuocolo/Bosetti, che con il pluripremiato MM&M raccontano di un teatro intimo e personale, affrescato attraverso l’uso del video. La stella Michelin, sarà invece Nidra/Sogno/Dream,creato in esclusiva per il Festival, da Enten Hitti e da Elena Guerrini, un rito/concerto che dura una notte in un luogo magico come l’Oasi del W.W.F. di Orbetello.

Advertisements
Annunci
Annunci